Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Mercoledì, 23 Luglio 2014- 07.45

Gossip 

Addio a Negrini, paroliere dei Pooh

Colpito da infarto. Fu lui a fondare il gruppo.

MUSICA

Si è spento il 3 gennaio all'età di 66 anni Valerio Negrini, storico fondatore dei Pooh e paroliere della maggior parte delle loro canzoni.
A darne notizia l'ufficio stampa del gruppo musicale, precisando che la morte è avvenuta all'ospedale Santa Chiara di Trento a causa di un infarto.
IL PRIMO BATTERISTA DEI POOH. Negrini, che lascia la moglie, Paola, e tre figlie, fu il primo batterista del gruppo. Nel 1971, il suo posto fu preso da Stefano D'Orazio e Negrini divenne paroliere, componendo molti dei successi della band con Roby Facchinetti, tanto da essere soprannominato il 'quinto Pooh'.
Sul suo sito scriveva scherzosamente: «Tengo a precisare che il prossimo pisquano che mi chiamerà 'il quinto pooh' verrà iscritto a un corso per calcolatori autistici fonodiuretici: i Pooh sono tre».
IL DOLORE DI FACCHINETTI E CANZIAN. Commosso il ricordo del gruppo. «È troppo difficile, in un momento come questo, riuscire a racchiudere in poche parole la nostra sofferenza», hanno detto Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian, «possiamo soltanto dire che la nostra strada è stata sempre tracciata dalla sua poesia».
«Non ci sono parole per descrivere un dolore così grande e improvviso», il ricordo di Stefano D'Orazio, «è una parte della mia vita che se ne va e già sento un vuoto incolmabile, buon viaggio amico mio».

Giovedì, 03 Gennaio 2013 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia