Francesca Buonfiglioli

POLEMICA

Borromeo dov'è finita la libertà di stampa?

Miss Casiraghi intima a Dagospia di cancellare le foto del marito.

di

|

25 Settembre 2015

Dopo le nozze fra Pierre e Beatrice Borromeo è arrivata la foto del sì.

Dopo le nozze fra Pierre e Beatrice Borromeo è arrivata la foto del sì.

Viva la libertà di stampa, abbasso il bavaglio sempre!
Certo, finché sei una giornalista de Il Fatto quotidiano, da sempre in prima linea in queste battaglie. Poi, però, se un settimanale pubblica foto di tuo marito mentre gigioneggia con altre giovani donne, alle 5 del mattino, allora no: fermi tutti. Che intervenga l'avvocato. Insomma liberi tutti, ma col marito delle altre.
Accade che Beatrice Borromeo in Casiraghi, già irritata con Alfonso Signorini che su Chi ha pubblicato le foto del suo Pierre diciamo in libertà, abbia scritto anche a Dagospia che aveva rilanciato articolo e scatti: «Caro Dago, pure tu ti fai infinocchiare delle solite bufale di Signorini…?».
E fin qui, ci sta. Non deve essere bello svegliarsi nella camera del Pacha III, yacht di famiglia, e non trovare al proprio fianco il consorte intento a gozzovigliare con amiche e parrucche.
LA LETTERA DELL'AVVOCATO. Poi però i toni sono diventati un po' più pesanti: la cronista rampolla ha fatto scrivere al sito dal suo avvocato chiedendo di rimuovere le foto scattate a Pierre allo Yacht Club e per le vie di Portofino (luoghi pubblici, tra l'altro).
«Il legale francese», scrive Dagospia, «ci ricorda l'articolo 9 del Codice civile francese (che non capiamo come possa applicarsi a Portofino), e il diritto inalienabile alla privacy della coppia. Non solo: ci intima di non pubblicare mai più immagini dei due, salvo preventiva autorizzazione, e anche a fare un'offerta economica per risarcirli del danno arrecato».
Già, «intima».
Chissà cosa pensano Travaglio & Co, paladini della libertà e dell'indipendenza, ospiti d'onore alle reali nozze?
Vero, si tratta di gossip e non di intercettazioni. Ma la libertà di stampa se vale vale per tutti. Nessuna corona esclusa.
Alla fine della fiera, è proprio Signorini che ha risposto per le rime alla contessina:  «Inutile definire ‘bufale’ delle foto che parlano da sole. Ingoia il rospo. Per la gioia di tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Banche, industria e consumi: l'Italia saluta la ripresa

Il Paese rischia di chiudere male il 2016. Pil a +0,8%. Domanda interna bloccata. Ordini e importazioni in calo. E così si complica il lavoro di Padoan in Europa.

prev
next