Taobao Versione Cinese 140926130815
HI-TECH LOVE 28 Settembre Set 2014 0735 28 settembre 2014

Fidanzate virtuali, l'ultima frontiera cinese

Si parla. Ci si manda foto. E si fa sesso, anche a tre. In Cina arriva la ragazza 2.0.

  • ...

da Pechino

Avete presente il film Her? Quello in cui Joaquin Phoenix si innamora di una donna virtuale, di una voce? Ecco, adesso in Cina casi del genere rischiano di moltiplicarsi.
Già, perché di fronte all'abbondanza di uomini single, Taobao, il popolare sito di e-commerce che fa parte del mega-conglomerato Alibaba, ha iniziato a vendere compagne virtuali ai cuori solitari.
Si può noleggiarne una a un prezzo medio di 20 rmb al giorno (circa 2 euro e mezzo).
E una volta scaricata l'applicazione, si accede tramite WeChat, il servizio di messaggistica istantanea che appartiene a Tencent, un rivale di Alibaba nella spartizione del mercato internet cinese. Insomma, divisione del lavoro e del malloppo nel nome dell'amore fake.
ABBONAMENTO MENSILE A 60 EURO. La morosa virtuale vi sveglierà dolcemente alla mattina e voi potrete poi tempestarla di chiamate 24 ore al giorno per assillarla con i vostri problemi. Non si conosce ancora l'entità del fenomeno ma il Nanfang, quotidiano di Guangzhou, riporta che il servizio è di gran moda in tutta la Cina. E 1.300 negozi virtuali non sono lì per caso.
Si possono scegliere diversi tipi di compagne: dalla ragazza della porta accanto alla semi-diva, dall'intellettuale alla Lolita. Esistono più pacchetti offerta e un abbonamento mensile si aggira sui 500 rmb (poco più di 60 euro).
TRE FASI DELLA RELAZIONE. La relazione si sviluppa in tre fasi: la “conoscenza reciproca”, il livello “crazy in love” e una promiscua fase finale in cui un utente può avere “rapporti” con addirittura tre ragazze in contemporanea.
Il pacchetto da 20 rmb consente di chattare con una donna o parlare con lei al telefono. Nella seconda fase, la fidanzata invierà al cliente una foto di se stessa e lo stimolerà sul lato sentimentale per indurlo a credersi «follemente innamorato». E l'ultima fase? Nessuno l'ha ancora acquistata. Evidentemente l'ansia da prestazione colpisce anche nel mondo virtuale.

Ragazze a noleggio per San Valentino e capodanno

Taobao è la versione cinese di eBay.

Ma non è tutto. Taobao ha da tempo lanciato anche servizi di noleggio di ragazze reali in occasione di San Valentino e del capodanno cinese, Chunjie.
In quel periodo dell'anno milioni di migranti tornano a casa, compiendo il rituale esodo verso le campagne imbevute di cultura tradizionale dove, anche per il cronico deficit numerico delle donne rispetto agli uomini, si presentano soli come cani. Ed ecco la morosa a noleggio che ti risolve il problema.
Reali o no che siano le ragazze messe a disposizione da Taobao, iniziative come queste, messe a punto dalle maggiori piattaforme internet cinesi, ingenerano un effetto “economia di scala”, e le trovate individuali diventano trend e quindi epidemie.
UN ESPERIMENTO A BASE DI EMOJI. Sul blog ufficiale di WeChat Experience è comparsa la storia di una giovane coppia anglosassone che, per fare un “esperimento tecnologico”, si è scambiata per un intero mese solo messaggini a base di Emoji, le elaborate emoticon che le menti pensanti di Tencent creano e mettono a disposizione degli utenti, alcune gratis e altre a pagamento. Insomma, nient'altro che faccine, ranocchie che saltano e robot a forma di cuoricino per 31 lunghissimi giorni.
«EMOTICON COME GEROGLIFICI». Il blog avvalora la scientificità dell'esperimento cognitivo citando precedenti illustri, come i geroglifici egizi e la scrittura dei sumeri. E aggiunge che gli Emoji, a differenza delle parole, consentono di comunicare «emozioni sfumate».
Nessuna notizia sullo stato di salute dei due fidanzatini o del loro rapporto, ma è probabile che qualche coppietta cinese sia già all'opera per battere il record.

Correlati

Potresti esserti perso