Farmaco Paralisi 141204164006
SCIENZA 4 Dicembre Dic 2014 1640 04 dicembre 2014

Medicina, scoperto un potenziale farmaco contro la paralisi

Iniettato sottocute ai topi, favorisce la formazione di nuovi nervi. Gli studiosi: risultati promettenti.

  • ...

Il composto favorisce la formazione di nuovi nervi.

È stato scoperto un potenziale farmaco contro la paralisi: iniettato sotto cute in topolini reduci da danno alla colonna vertebrale, il composto (una molecola chiamata tirosin-fosfatasi) favorisce la formazione di nuovi nervi e gli animali recuperano in maniera impressionante sia capacità di movimento, sia il controllo della vescica persi a seguito del danno spinale. L'entusiasmante scoperta è stata resa nota sulla rivista Nature ed è frutto di uno studio condotto da Jerry Silver presso la Case Western Reserve University School of Medicine, in Ohio.
DANNI AL MIDOLLO SPINALE. Quando interviene un danno al midollo spinale si ha la paralisi del corpo, più o meno grave a seconda della posizione del danno stesso. Il problema è che al sito della rottura dei nervi si forma tessuto cicatriziale che produce una sostanza collosa, che impedisce la ricrescita di nuove terminazioni nervose. I nervi recisi non possono riallacciarsi e quindi la comunicazione coi 'centri superiori', il cervello, viene meno.
RICRESCITA DI NUOVI NERVI. I ricercatori statunitensi hanno testato una sostanza che impedisce la formazione di questa colla e quindi lascia via libera ai nervi, che ricrescono e possono ricollegarsi. Sui topolini a ciò segue un recupero significativo di capacità motorie e controllo della vescica, persi in seguito al danno spinale. Il recupero è così impressionante che su alcuni dei topi trattati è stato impossibile riconoscere che vi è stato un danno spinale, ha spiegato Silver, che ha affermato che adesso occorrono test su animali di più grossa taglia, ma questi risultati sono molto promettenti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso