STORIE 4 Maggio Mag 2015 1823 04 maggio 2015

Brasile, rischia la vita per assomigliare all'Incredibile Hulk

Romario Dos Santos Alves si è iniettato nei bicipiti un filler sintetico. Le sue braccia sono arrivate a misurare 63,5 cm di circonferenza. Ha rischiato l'amputazione.

  • ...

Ha rischiato la vita per assomigliare all'incredibile Hulk: è la folle impresa di Romario Dos Santos Alves, un bodybuilder brasiliano di 25 anni.
Le sue braccia sono arrivate a misurare 63,5 centimetri di circonferenza dopo che, oltre all'esercizio fisico e a una dieta proteica, si è iniettato una miscela fatta in casa di alcol, olio e antidolorifici con l'intento di potenziare i suoi bicipiti.
HA TENTATO IL SUICIDIO. Un filler sintetico che gli è quasi costato la vita: Alves ha rischiato, infatti, l'amputazione delle braccia e ha anche tentato il suicidio perché incapace di sostenere il peso di quello che si era provocato con le sue stesse mani.
Ma i danni fisici non sono gli unici che ha dovuto subire: nella sua città, il bodybuilder, è diventato il terrore dei bambini che gli hanno affibbiato soprannomi come «bestia» e «mostro».
«TRATTAMENTI CHE CREANO DIPENDENZA». «Questi trattamenti creano dipendenza», ha spiegato Alves al Daily Mirror, «ho completamente perso il controllo del mio corpo: è un vortice dal quale non esci più. Ma non ne vale la pena».

Correlati

Potresti esserti perso