Scuola 150623194157
23 GIUGNO 23 Giugno Giu 2015 1902 23 giugno 2015

Scuola, Catania e divorzio del Cav: il meglio di Lettera43.it

Subito 100 mila assunzioni, ma slitta la chiamata diretta. Nuovo terremoto sul calcio italiano: arrestati sette dirigenti del club siciliano. E Berlusconi strappa uno scontro sugli alimenti

  • ...

Scuola, subito 100 mila assunzioni

Cento mila assunzioni entro il prossimo mese di agosto, ma una parte della riforma slitta al 2016/17. È il risultato del compromesso che esce dal maxiemendamento confezionato dai relatori della riforma targata Renzi-Giannini, presentato in commissione Istruzione al Senato. Scaterà, quindi, dal primo settembre la totalità delle assunzioni per i vincitori dell'ultimo concorso a posti (quello del 2012): 'concorsone' per tutti gli altri, che sarà bandito entro il primo dicembre.
SLITTA LA CHIAMATA DIRETTA. Con un però: la novità delle assunzioni a chiamata diretta negli ambiti territoriali e nell'ambito delle reti di scuole sarà posticipata all'anno scolastico 2016/17. Stesso discorso per la chiamata diretta dei presidi-sindaci. Minoranza dem già sul piede di guerra.

Catania nella bufera: sette arresti per le partite truccate

Un nuovo scandalo travolge il calcio italiano. Sette dirigenti del Catania, tra cui il presidente Antonino Pulvirenti, sono stati arrestati con l'accusa di aver comprato cinque partite del campionato cadetto per garantire la salvezza al club etneo. Al costo di 10 mila euro a giocatore.
PULVIRENTI AL CAPOLINEA. Dagli alberghi ai supermercati, passando per il flop WindJet: tutti gli affari del presidente finito in manette.

Alimenti a Veronica, uno sconto per il Cav

Uno scontro per Silvio Berlusconi dal tribunale di Monza. La guerra sull'assegno di divorzio si conclude a favore, si fa per dire, dell'ex Cavaliere. Dovrà sborsare 1,4 milioni al mese all'ex moglie contro i 3 riconosciuti nel 2012.
RISPARMIO DI 20 MILIONI. La vittoria sugli «alimenti» porta all'ex premier un risparmio di quasi 20 milioni l'anno. La cronologia dello scontro.

Sofri rinuncia sopo le polemiche

Adriano Sofri al centro delle polemiche per la nomina a consulente del ministero della Giustizia sulla riforma del carcere. L'ex leader di Lotta Continua fa un passo indietro dopo il polverone alzato dalla sua scelta.
INCARICO GRATUITO. Un incarico che sarebbe stato ricoperto a titolo gratuito. Come confermato anche dalla radicale Rita Bernardini. Che dice: «Adriano un esempio, ha sbagliato a farsi da parte».

Ancora atrocità dell'Isis

L'Isis immortala in un video le sue ultime atrocità, riprendendo l'esecuzione di alcuni prigionieri annegati in una gabbia all'interno di una piscina.
FURIA SU PALMIRA. Mentre i miliziani dello Stato islamico proseguono le loro devastazioni, abbattendo due antichi mausolei a Palmira.

Correlati

Potresti esserti perso