Leone 150801215326
IMPRESE 1 Agosto Ago 2015 1927 01 agosto 2015

Animali, come sopravvivere agli attacchi

Coccodrilli domati con un mestolo. Un pugno per stendere gli squali. E contro gli orsi c'è lo spray. Come difendersi dalle bestie feroci.

  • ...

Sconfiggere un coccodrillo a colpi di mestolo. Ci è riuscita Sabotri Samal, casalinga indiana di 37 anni, entrando nella ristretta cerchia degli esseri umani capaci di sconfiggere una bestia feroce o affamata. Ecco la sua storia e altre.

Un mestolo contro il coccodrillo

Sabotri Samal si era recata al fiume per lavare pentole e utensili da cucina. Era intenta nel suo lavoro quando un grosso coccodrillo è uscito dall'acqua e l'ha aggredita. «Nessuno ha mai visto dei coccodrilli in quel posto», ha raccontato ai giornalisti dal letto di un ospedale dove è stata ricoverata per le ferite, «e quindi non me lo aspettavo. È stato così veloce che all'inizio non ho avuto il tempo di reagire».
«UN MIRACOLO». Poi ha avuto un guizzo, ha preso in mano un mestolo e l'ha sbattuto con forza sull'occhio e sulla testa dell'animale, che ha mollato la presa. «È stato un miracolo», ha commentato.

Pugni sul muso dello squalo

Il modo migliore per difendersi dall’attacco di uno squalo? Tirargli un pugno sul muso, in mezzo agli occhi. Il problema è avere la freddezza giusta per farlo. Mick Fanning, surfista australiano di 34 anni, l’ha fatto in diretta tivù, durante una gara, il 19 luglio 2015.
NEMMENO UN GRAFFIO. «Stavo aspettando il mio turno», ha raccontato, «all’improvviso ho avuto l’impressione che qualcosa fosse dietro di me, mi sono sentito tirare sott’acqua, poi lui è uscito fuori davanti a me. Così gli ho tirato un paio di pugni». E se l’è cavata senza un graffio.

Fingersi più grossi del leone

Se vi doveste trovare davanti a un leone, non correte via. Scatenereste il suo istinto da predatore. Parlate con voce calma e sicura. Fingete di essere più grossi di ciò che siete alzando le braccia per sembrare un rivale difficile da affrontare. Arretrate lentamente continuando a fissare il leone negli occhi. Agitate le braccia, applaudite, urlate, ma senza compiere movimenti troppo bruschi. Cercate di battervi con tutto ciò che trovate: pietre, bastoni, rami. State in piedi per rendere più difficile un attacco alla gola.
CI VUOLE ANCHE FORTUNA. Altrimenti dovete sperare di essere fortunati come Brendan Smith, australiano di Perth sopravvissuto all’attacco di un leone che era saltato dentro la jeep con cui faceva uno zoo Safari in Sudafrica. Brendan è rimasto ferito gravemente alle gambe, ma si è salvato la vita.

Non scappare davanti alla tigre

Anche contro la tigre dovete stare fermi e calmi. Attendete che sia andata via prima di fuggire. Nascondersi è una buona idea, se è possibile, altrimenti bisogna cercare di sembrare più alti, forti e sicuri che si può. Alle tigri piace cogliere le proprie prede di sorpresa, trovarle pronte alla lotta le spiazza.
Fatik Halder, pescatore indiano, nel 2008 ha sconfitto una tigre.
AIUTATO DAL FANGO. Quando ha realizzato di essere sotto attacco da un feroce felino ha infilato le sue dita tra le mandibole dell’animale. Ad aiutarlo il terreno fangoso, che ha reso più difficili i movimenti della tigre, portandola a desistere. E il pensiero della moglie e dei figli che lo aspettavano a casa.

Porta sempre lo spray contro l'orso

Anche se i recenti episodi capitati in Trentino hanno ridestato le paure, difficilmente un orso che non si sente disturbato o minacciato può attaccare un uomo. Nel settembre del 2014 Kenneth Wells si è trovato faccia a faccia con un grizzly, mentre era a caccia col fratello Mark all’interno della Shoshone National Forest, in Wyoming.
NEMMENO IL TEMPO DI AVER PAURA. «Non ho avuto il tempo di aver paura», ha raccontato Kenneth, che si è salvato grazie allo spray anti-orso che il fratello ha spruzzato addosso all’animale.

Correlati

Potresti esserti perso