Carlo Freccero 150805140431
INTERVISTA 5 Agosto Ago 2015 1404 05 agosto 2015

Rai, Freccero: «Il vero pensionato è Renzi»

Nomina a rischio. Freccero ride: «Vada come vada. Battaglieremo da fuori».

  • ...

Ride Carlo Freccero. Le polemiche sulle nomine Rai, compreso il nuovo caos spuntato sui neo-consiglieri pensionati che potrebbero essere 'salvati' - ma a tempo determinato per un anno e a titolo gratuito dalla Legge Madia approvata ma non ancora in vigore - infatti lo divertono.
«Accetto qualunque cosa», dice a Lettera43.it, «a me interessa lavorare. Anche con le catene, anche sfruttato da Madia e dal signor Renzi».

  • Carlo Freccero.

DOMANDA. Ma come la mettiamo con la questione dei pensionati?
RISPOSTA. A me piace l'idea di essere un sasso lanciato nella palude, Renzi lo deve accettare...
D. Ma se la sua nomina non dovesse essere valida?
R. Amen. Con tutto quello che ho da fare...
D. Eppure il suo è forse l'unico nome che ha messo d'accordo tutti...
R. Sì, anche la destra, e non nascondo che mi ha stupito un bel po'.
D. Ma in caso la legge Madia non la salvasse, saremmo punto e a capo.
R. Se non si può, non si può: amen. Faremo battaglie dall'esterno. Perché la discussione sulla televisione e sul suo ruolo può essere portata avanti anche da fuori. Lo faccio da anni, del resto.
D. Sì, intanto è un'altra grana per Renzi.
R. Ci divertiremo. L'atteggiamento del premier tradisce la sua preoccupazione...
D. Cioè?
R. Dal Giappone per esempio attaccava i critici. Sembra lui il pensionato, come quelli che fissano i lavori nei cantieri.
D. Renzi è un umarell?
R. Esattamente. Io invece mi sento come un adolescente. Ripeto, vada come vada, ci sarà da divertirsi.

Twitter: @franzic76

Articoli Correlati

Potresti esserti perso