Terna 151119190026
INIZIATIVE 20 Novembre Nov 2015 0700 20 novembre 2015

Legalità e trasparenza a portata di mouse: Terna mette online “Cantieri Aperti & Trasparenti”

Giuseppe Lasco, Direttore della Divisione Corporate Affairs di Terna:«Per la prima volta in Italia un’azienda dedica uno spazio web con tutte le informazioni su appalti e subappalti dei lavori in corso».

  • ...

Prima fra le aziende italiane, Terna – la società presieduta da Catia Bastioli e guidata da Matteo Del Fante che gestisce la rete elettrica nazionale - lancia online uno spazio web, “Cantieri aperti & trasparenti”, accessibile dal sito www.terna.it, completamente dedicato ai cantieri, dove sono pubblicate, e regolarmente aggiornate, tutte le informazioni su contratti, appalti, e per la prima volta anche subappalti, dei lavori in corso per la costruzione delle infrastrutture elettriche in Italia.
TENERE I LAVORI SOTTO CONTROLLO. «Con questo strumento – spiega il direttore della divisione Corporate Affairs della società, Giuseppe Lasco - è possibile entrare in 'casa Terna' e controllare in modo concreto l'avanzamento dei lavori delle grandi infrastrutture, il numero di imprese che hanno partecipato alla gara e i nominativi degli appaltatori a cui sono stati affidati i lavori».
ANCHE UN FOCUS ECONOMICO. Partendo dalla singola opera, quindi, sono disponibili non solo i dati relativi ai cantieri in termini di localizzazione e di aspetti tecnico-descrittivi, ma anche quelli che definiscono l'organizzazione e le imprese presenti, lo stato di avanzamento e il focus economico.
OLTRE 200 SITI E 750 IMPRESE COINVOLTE. In numeri si tratta di: 200 siti aperti in tutta Italia, che coinvolgono 750 imprese, 4mila persone e complessivamente oltre 1.000 tra appalti e subappalti, per un valore economico di circa 2,8 miliardi.
«Questo progetto - prosegue Lasco – è il primo del suo genere in Italia per un'azienda privata. Terna dimostra non solo di lavorare per lo sviluppo della rete elettrica, ma anche di impegnarsi in modo volontario e responsabile per garantire una sempre maggiore sicurezza per le imprese e la collettività».
IL FOCUS ANCHE SUI SUBAPPALTI. In questo nuovo spazio web è dato particolare risalto ai subappalti, che spesso nelle grandi opere rappresentano il punto debole e dove spesso riescono a insediarsi le aziende controllate dalla criminalità.
«Ogni impresa che opera sui cantieri Terna – sottolinea Lasco Giuseppe - ha a disposizione un innovativo strumento, il portale “Gestione Subappalti”, che garantisce la gestione unificata ed omogenea delle fasi autorizzative del processo e il rispetto delle previsioni normative. Attraverso il portale è stato così creato un sistema che monitora le performance delle imprese che lavorano con Terna, cioè i tempi di realizzazione dell'opera, la tipologia delle maestranze, la formazione del personale, il rispetto dell'ambiente e dei preventivi».
TRASPARENZA SINONIMO DI SICUREZZA. La cultura della trasparenza e della legalità sviluppata da Terna è il frutto di un percorso che parte da lontano, quando il gruppo ha scelto la strada di una “Sicurezza integrata” a 360 gradi, anche attraverso sinergie e protocolli con le istituzioni, e che ha portato oggi il gruppo a scegliere di rendere pubbliche, attraverso il proprio sito internet, tutte le informazioni significative relative ai suoi cantieri, regione per regione.
«Terna – prosegue Giuseppe Lasco - si avvale di un piano per la sicurezza integrata unico in Italia, in collaborazione con il ministero dell’Interno e delle Forze di polizia (Guardia di finanza e carabinieri), realizzato per rendere trasparenti dati e informazioni verso le istituzioni».
MODERNI SISTEMI DI MONITORAGGIO. «Dal 2007 - conclude Lasco - Terna ha iniziato un percorso che negli anni ha condotto l’azienda a siglare accordi e protocolli di intesa con istituzioni e forze dell’ordine volti ad agevolare l’approccio attivo di Terna alla sicurezza, a sviluppare moderni sistemi di controllo e monitoraggio interno e ad introdurre innovativi strumenti di analisi e di gestione dei rischi aziendali connessi alla stipula e alla gestione dei contratti».
ACCORDI CON CARABINIERI E GDF. Tra i protocolli di intesa si ricordano quelli firmati da Terna con i carabinieri per collegare il Soc (Security operations center, che gestisce e analizza milioni di dati informatici e di sicurezza fisica) con le sale e le centrali operative delle forze di polizie con la polizia di Stato per prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti contro le infrastrutture critiche informatiche di Terna; con la guardia di finanza per prevenire il rischio di infiltrazione criminale attraverso imprese esecutrici di appalti o forniture tramite attenti controlli che consentano l’accesso alle procedure di gara a un maggior numero di imprese e di acquisire informazioni attualmente non disponibili relative alle sub-forniture.
SEGNALAZIONE DI ILLECITI ECONOMICI. In base a questo accordo Terna si impegna a condividere con la guardia di finanza ogni dato e notizia attraverso l’accesso diretto via web al sistema informativo “Gestione Subappalti” di Terna e la segnalazione al nucleo speciale mercati della guardia di finanza di informazioni rilevanti per la prevenzione di irregolarità, frodi e illeciti di natura economico-finanziaria.

Correlati

Potresti esserti perso