Pirelli Pzero Pneumatici 151216182744
AUTOMOTIVE 18 Dicembre Dic 2015 0800 18 dicembre 2015

Pirelli P Zero, l'innovazione corre su strada

Le storiche gomme della Casa sono diventate sinonimo di guida sportiva, sicura e ad alta tecnologia.

  • ...

C’è una fetta di storia di Pirelli che oggi corre su strada e che ha segnato e continua a segnare un importante traguardo verso l’innovazione, la tecnologia e la sicurezza.
REALIZZATO PER IL RALLY DI SANREMO. È quella di P zero, uno pneumatico concepito nel 1987 e oggi garanzia di performance, tenuta e sicurezza. Realizzato per una sola gara sportiva 28 anni fa, il rally di Sanremo, montato sulla Ferrari F40 e battezzato con un nome quasi casuale, oggi lo “storico” pneumatico di casa Pirelli - grazie anche a una continua evoluzione tecnologica - è diventato il preferito in primo equipaggiamento dalle Case automobilistiche per i modelli supersportivi e di alta gamma.
UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL SETTORE. Ma non solo: si è trasformato in un punto di riferimento dell’intero settore in tutte le varianti che si sono succedute nel tempo: dal System al Rosso, passando per il Nero e il P Zero del 2007.
A ognuna delle varianti sono legate innovazioni, diventate poi degli standard dell’industria del settore.
Pirelli però, non si è accontentata di questo record, e ha voluto trasformare uno pneumatico di derivazione sportiva in punto di riferimento per un pubblico di automobilisti esigenti, ma al tempo stesso attenti alle prestazioni e alla sicurezza.

La sicurezza come elemento chiave in tutte le sue versioni

Lo filosofia alla base di P Zero è la capacità di declinarsi per assecondare specifiche esigenze di prestazioni, come per esempio l’integrazione con il sistema frenante, o di comfort, a partire dal rumore e fino alla manegevolezza. Alla base, però, ci sono le caratteristiche salienti di P Zero, presenti in tutte le sue versioni: elevati standard di sicurezza, grazie a ridotti spazi di frenata su asciutto e bagnato, tenuta sul rettilineo e in curva.
NANO-COMPOSITI NELLE MESCOLE DEL BATTISTRADA. Il “cuore” è tutto tecnologico: il P Zero utilizza infatti speciali nano-compositi nelle mescole del battistrada e del tallone, che assicurano contemporaneamente alla vettura guida confortevole e prestazioni sportive. Il disegn fa il resto, a partire da quello del battistrada che assicura massima aderenza dello pneumatico sui fondi bagnati.
DALLA 'VERSIONE' CORSA AL P ZERO DEL 2007. Oggi la gamma P Zero fa perno sulla “versione” Corsa, destinato alle supersportive, e sull'attuale P Zero, uno pneumatico lanciato nel 2007 che, grazie al suo elevato contenuto tecnologico, è considerato il prodotto di punta del segmento premium e che è stato capace di evolversi negli anni anche grazie alla collaborazione con le principali Case automobilistiche che l’hanno scelto per equipaggiare i modelli più sportivi e con elevate prestazioni.
LA SINERGIA CON LE CASE AUTOMOBILISTICHE. Per questa ragione non esiste un unico P Zero, ma piuttosto uno “pneumatico matrice” da cui sono derivate numerose versioni speciali, appositamente sviluppate per la vettura di destinazione. L’evoluzione continua degli pneumatici Pirelli si avvale del processo chiamato Interactive development process, che consente di realizzare un prodotto capace di adattarsi alle specifiche esigenze di consumatori e case automobilistiche.
Il valore aggiunto dalla formula P Zero, sta infatti soprattutto nel continuo lavoro di sinergia fra i ricercatori Pirelli e i progettisti delle varie Case automobilistiche: il risultato sono gomme “fatte su misura” di ogni modello auto e marcate, oltre che col logo Pirelli, anche con la sigla della Casa.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso