FOTOGRAFIE 21 Dicembre Dic 2015 1048 21 dicembre 2015

Will Noor in India tra le ragazze sfregiate dall'acido

Il fotografo ha ritratto la rinasciata delle vittime sopravvissute agli attacchi con sostanze corrosive che lasciano cicatrici indelebili (foto).

  • ...

I contenuti di queste fotografie sono un vero pugno nello stomaco. Ma, passato lo smarrimento causato dalla perdita di punti di riferimento nell'osservare volti così lontani dalla normalità, si intravede chiara tra le cicatrici l'anima di queste ragazze (guarda la gallery).
Donne che hanno superato il trauma delle ferite irreversibili lasciate da attacchi con l'acido e che sono riuscite ad andare avanti con la vita.
In India non è una pratica rara quella di punire le mogli o le fidanzate con questo strumento terribile, che cambia i connotati di un viso per sempre.
UN LOCALE PER CONTINUARE A VIVERE. Il fotografo Will Noor è andato ad Agra, la città del Taj Mahal, a conoscere e ritrarre un gruppo di ragazze che ha deciso di fondare un caffé, il Sheroes Hangout, dove le vittime delle aggressioni hanno la possibilità di lavorare e trovarsi in un ambiente in cui si trovano a proprio agio.
Noor ha passato molte settimane insieme a loro, costruendo un rapporto che gli ha permesso di scattare fotografie dove risalta la connessione con le ragazze.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso