Politica interna 15 Novembre Nov 2016 0915 15 novembre 2016

COP22, Borghi (Pd): grande ruolo Italia in energia Mediterraneo - La notizia

A Marrakesh incontro promosso da World Energy Council Italia

  • ...

Marrakesh, (askanews) - 'Dopo la chiusura del negoziato alla COP21 e l'entrata in vigore dell'accordo di Parigi non stiamo più a discutere del se ma del come'. E' l'analisi del capogruppo del Partito democratico alla Commissione Ambiente della Camera, Enrico Borghi, presente alla COP22 di Marrakesh con la delegazione parlamentare italiana. L'occasione per un confronto sul percorso di attuazione dell'accordo di Parigi e soprattutto sul ruolo italiano in questo processo, partendo dal fondamentale tema delle fonti energetiche, é stata fornita da un incontro organizzato da Matteo Favero di Globe Italia con World Energy Council Italia a marine dei lavori della COP.'Sotto questo profilo - sottolinea Borghi - il contributo che può dare l'Italia nel quadro più generale di una integrazione del bacino del Mediterraneo, che anche alla luce delle recenti elezioni americane ci dice della necessità di una maggiore assunzione di maturità da parte nostra anche nella guida di questi processi, può diventare un elemento con il quale puntare da un lato ad attuare concretamente i contenuti di Parigi e dall'altro a dare all'Italia quel naturale ruolo di punto di riferimento e di leadership verso il quale noi crediamo debba puntare stante l'importanza dei meccanismi già messi in campo'.'Oggi l'Italia copre il 40% del proprio fabbisogno energetico attraverso le rinnovabili quindi una percentuale di gran lunga superiore a tutte le nazioni industrializzate, basti pensare che la Germania é al 30% - aggiunge Borghi -, ed é inoltre necessario anche consentire al sistema delle imprese green del nostro paese che si sta affermando sul mercato di poter svolgere quella funzione di protagonista che dal nostro punto di vista deve essere garantita in quanto non stiamo parlando di un approccio solo filosofico ma dell'economia del futuro'.Infine, per Borghi 'chi definirà e guiderà i processi dell'energia e della sostenibilità sarà il leader della geopolitica dei prossimi anni e noi vogliamo che l'Italia, con l'Europa, ci sia e sia protagonista'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati