18 Novembre Nov 2016 1211 18 novembre 2016

Pitti e Lettera43.it a caccia delle nuove tribù della moda

Il 10 gennaio la II edizione del convegno itinerante organizzato dal gruppo News 3.0, in collaborazione con Pitti Immagine.

  • ...

Ancora quesiti itineranti, ancora aziende, istituzioni e visitatori interconnessi a Pitti Uomo 91.
Dopo il grande successo del debutto a giugno 2016 - 22 mila visualizzazioni su Lettera43.it e 55 mila contatti fra pagine Facebook e Twitter in 48 ore – torna con un nuovo tema e un panel più ricco il convegno on the go organizzato dal gruppo News 3.0 in collaborazione con Pitti Immagine.
Millenial Taste. Quesiti itineranti sulle nuove tribù della moda è il tema scelto per questa edizione, che ha l’obiettivo di identificare canali di interazione con i nuovi profili socio-economici, nel loro doppio ruolo di influencer e di consumatori.
APERTURA IL 10 GENNAIO. Nella giornata di apertura di Pitti Uomo 91, il 10 gennaio, gli espositori e i visitatori della più grande manifestazione di moda dedicata all’uomo verranno coinvolti in un nuovo dibattito mobile, articolato e variegato, sul ruolo della moda, grazie al ruolo fattivo del presidente di Pitti Immagine, Gaetano Marzotto, del ceo di Pitti, Raffaello Napoleone, di esponenti delle istituzioni, oltre che di Paolo Madron, ceo del gruppo editoriale News3.0, del direttore generale di Pitti Immagine Agostino Poletto e del direttore eventi speciali di Pitti, Lapo Cianchi.
Lungo un percorso stabilito e con un canovaccio-sceneggiatura minimale, gli espositori verranno visitati e coinvolti direttamente nel loro stand dall’autrice del progetto, Fabiana Giacomotti, scrittrice e docente alla Sapienza di Roma.
A SPASSO TRA GLI STAND. L’ormai tradizionale “passeggiata” fra gli stand di Pitti che fa seguito alla conferenza stampa di inaugurazione a Palazzo Vecchio si trasformerà dunque ancora una volta in un dibattito aperto, con alcune “tappe” prestabilite e altre aperte alle suggestioni del momento e all’interesse-domande dei visitatori su temi come: i nuovi consumatori della moda, il ruolo e il potere dei social network, i progetti e i prodotti più innovativi.
Interventi e osservazioni saranno ripresi da una troupe con due telecamere, montati e trasmessi nell’arco della giornata con un’innovativa formula single-clip.
Gli interventi saranno inoltre seguiti e rilanciati da un gruppo di blogger.
UNO SPAZIO DEDICATO SUL SITO. Nelle ore successive al convegno, gli abstract degli interventi, insieme con il reportage, saranno pubblicati su Lettera43.it e pagina99.it, oltre che sul settimanale cartaceo.
In totale, verranno raggiunti 170 mila visitatori unici al giorno sui due siti e circa 10 mila lettori (7 mila copie in edicola, 3 mila in abbonamento) su pagina99.
Partner dell'iniziativa, ancora una volta, McArthurGlen, leader mondiali negli outlet di lusso con vendite in aumento record del 13% a 4 miliardi nel 2015-2016, e l'agenzia per il lavoro Articolo1, specializzata nel settore moda e lusso.
Per tutta la durata di Pitti Uomo 91, pagina99 e Lettera43.it seguiranno inoltre eventi, presentazioni, sfilate e mostre con uno spazio dedicato sul sito.
OSPITI D'ECCEZIONE. Alla prima edizione del convegno, annunciato anche da Mattino Cinque e ripreso da Studio Aperto il 21 giugno, hanno partecipato il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda; il sindaco di Firenze, Dario Nardella; il presidente di Pitti Immagine Gaetano Marzotto; il ceo di Pitti Immagine Raffaello Napoleone, il presidente di Smi e patron di Herno, Claudio Marenzi; Brunello Cucinelli; Chiara Bellomo, centre manager dell’outlet McArthurGlen Barberino; Niccolò Ricci, consigliere dell’Ice e ceo di Stefano Ricci; Domenico Menniti, presidente di Harmont&Blaine; Andrea Lardini; Edoardo Fassino, ceo di PT01; Gianni Giannini, proprietario di Doucal’s.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati