L43 Pitti Uomo Eventi 161118143301
18 Novembre Nov 2016 1423 18 novembre 2016

Pitti Uomo91: molto più che una fiera

 A Firenze tanti eventi, ospiti speciali e nuovi progetti espositivi, in programma dal 10 al 13 gennaio 2017.

  • ...

A Firenze, dal 10 al 13 gennaio, si terrà Pitti Uomo91.

E’ fissata dal 10 al 13 gennaio 2017 l'edizione 91 di Pitti Uomo che, come ogni anno, si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze.
La prossima edizione di Pitti Uomo, che beneficia del contributo straordinario di MiSE e Agenzia ICE, nell’ambito del Piano Triennale del Ministero dello Sviluppo Economico per la promozione delle fiere e del Made in Italy, rappresenterà un'importante tappa evolutiva nella storia del Salone.
Pitti Uomo, infatti, trasforma le tendenze della moda in progetti inediti e, grazie ad un ricco programma di eventi speciali, supererà il classico dualismo tra fiera e fashon week.
Nuovi ospiti internazionali, nuove sezioni e l’attenzione per i microcosmi che raccontano l’anima della moda italiana al maschile, segneranno una svolta rispetto al passato.
I NUMERI DI PITTI UOMO. Per l’edizione Pitti Uomo 2017 è prevista la partecipazione di 1220 marchi, di cui il 44% proveniente dall’estero, tutti da scoprire su una superficie di oltre 60.000 mq. 
Per quanto riguarda l’edizione passata, sono stati 36.000 in totale i visitatori del Salone, con più di 24.800 compratori provenienti, oltre che dall’Italia, da importanti mercati esteri di riferimento come Germania, Giappone, Spagna, Gran Bretagna, Turchia, Francia, Olanda, Cina, Svizzera, Belgio, Stati Uniti, Corea del Sud, Austria, Russia e Svezia.
PITTI DANCE OFF E LA PARTNERSHIP CON MINI. Tema guida della prossima edizione del Pitti Uomo sarà la passione per la danza, vista come esperienza fisica ed emotiva.
Pitti Dance Off è il nome del file rouge che porterà a Fortezza da Basso il piacere di muoversi, ritrovando se stessi ed esprimendosi attraverso il ballo e la musica.
“Dimmi come Balli e ti dirò chi sei” è lo slogan che rimanda all'idea di un abbigliamento adatto al movimento libero ed espressivo.
Come afferma Agostino Poletto, Vice Direttore Generale di Pitti Immagine, «Pitti Dance è un invito ad esprimersi, ad esprimere il proprio corpo e il proprio stile. Perché è questo che avvicina da sempre il mondo della danza a quello della moda: l’essenza ultima della diversità e della libertà dello stile personale. Balleremo e parleremo di danza, di qualsiasi tipo e cosa possa significare oggi. Il piacere di muoversi al suono di una musica, da soli, in coppia o in gruppo. Questo per dire che il prossimo gennaio danzeremo e vestiremo come siamo, come vogliamo, come sappiamo».
Il tema “Mini Fluid Fashon” sarà alla base della partnership tra Pitti Uomo e Mini, grazie alla quale saranno organizzate una serie di iniziative, ispirate ai valori condivisi dai due marchi, ovvero passione, innovazione e ricerca creativa.
UN'EDIZIONE RICCA DI EVENTI E OSPITI D'ECCEZIONE. Quella che si attende è un’edizione di Pitti Uomo piena di eventi ed ospiti speciali.
Gli appuntamenti iniziano ancor prima del Salone, grazie alla Mostra di Pre apertura, intitolata “Fashon in Florence through the Lence of Archivio Foto Locchi”, allestita presso il Centro di Firenze per la Moda Italiana.  
“Due o Tre Cose che so di Paone” è un altro importante evento, curato da Angelo Flaccavento, atteso a Pitti Uomo 2017. Si tratta del tributo a Ciro Paone, imprenditore noto per essere fondatore di Kiton, che, grazie al suo carisma, ha lasciato il segno nello stile italiano del fare moda. 
«Per noi di Pitti Immagine, Ciro Paone è sempre stato un riferimento di simpatia, eleganza, visione e coraggio» dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. «Rappresenta il meglio della sartoria contemporanea, e al tempo stesso uno degli imprenditori più illuminati della moda italiana: “Due o tre cose che so di Ciro”sarà un’immersione nel gusto, nella passione e nell'indefessa dedizione alla causa del bello, che attraversano la vita e la carriera di Ciro Paone. Un ringraziamento dovuto a lui e alle persone che con lui condividono questa storia aziendale, per quanto hanno fatto e faranno in futuro».
La risposta di Antonio De Matteis, Ceo di Kiton e nipote di Ciro Paone, non si è fatta attendere: «Ringraziamo Pitti Immagine, tra le manifestazioni internazionali leader per la moda Uomo, per aver creduto in Kiton dagli esordi e per averci offerto uno scenario così prestigioso. Il modo in cui Pitti ha saputo rinnovarsi negli ultimi anni conferma che chi la gestisce ha fatto un lavoro davvero eccezionale».
Tra tutti gli ospiti d’eccellenza, spicca Tim Coppens, scelto come Menswear Guest Designer e, tra i moltissimi brand internazionali, va menzionata la Reebok che presenta il frutto della sua collaborazione con il duo di designer britannici Cottweiler: una collezione di abbigliamento e calzature in tessuto tecnico che si inserisce degnamente nel tema del Salone dedicato al movimento e allo sport. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso