Brizzi
11 Novembre Nov 2017 1404 11 novembre 2017

Molestie, bufera su Brizzi: «Mi tutelerò, intanto sospendo il mio lavoro»

Il regista di Notte prima degli esami accusato da sue attirici: «Mai avuto rapporti non consenzienti, chiedo rispetto». Asia Argento attacca sui social: «Querelaci tutte, non ci fai paura».

 

  • ...

Dopo Hollywood lo scandalo molestie sessuali tocca anche il cinema italiano. Prima Giuseppe Tornatore, chiamato in causa da Miriana Trevisan, poi il fratello di Nanni Moretti, professore emerito all'Università di Stanford e accusato di stupro da una ex studentessa, e ora il regista Fausto Brizzi.
Nei suoi confronti si sono concentrati i sospetti in seguito alle dichiarazioni di alcune attrici nel programma Le Iene (il suo nome non è stato fatto in maniera esplicita) e dopo gli insulti piovuti via social network. Il regista di Notte prima degli esami, Maschi contro femmine e del cinepanettone tra poco in sala Poveri ma ricchissimi, si è difeso dichiarando di «non avere mai avuto nella vita rapporti non consenzienti» e scegliendo di sospendere, per il momento, il proprio lavoro.

BRIZZZI: «MI DIFENDERO INTANTO SOSPENDO LE MIE ATTIVITÀ». In una lettera inviata agli organi di stampa dal suo avvocato, Antonio Marino, Brizzi ha spiegato «di aver appreso con grande sconcerto da articoli apparsi sulle pagine di alcuni quotidiani dell'esistenza di ipotetiche segnalazioni di molestie fatte da persone di cui non viene precisata l'identità. Procederò in ogni opportuna sede nei confronti di chiunque abbia affermato e affermi il contrario. In via precauzionale, e per evitare strumentalizzazioni, ho sospeso - ha spiegato il regista - tutte le mie attività lavorative ed imprenditoriali. Chiedo a tutti il massimo rispetto della privacy della mia famiglia e, in particolare, di mia moglie».

">loading...

A scagliarsi contro il regista, poco dopo la pubblicazione della lettera, Asia Argento. «Querelaci a tutte! Non abbiamo paura!», ha scritto l'attrice su Twitter commentando l'articolo di Repubblica. Era stata proprio Argento a denunciare, tra le prime, il produttore americano Harvey Weinstein e ad aver aperto il dibattito sulla violenza sulle donne in Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso