Anders 110723085246
IL PERSONAGGIO
23 Luglio Lug 2011 0900 23 luglio 2011

Breivik, il killer di Utoya

L'autore confessa la strage di 85 giovani norvegesi.

  • ...

Anders Behring Breivik

Anders Behring Breivik sarebbe l'uomo di 32 anni sospettato di essere l'autore del duplice sanguinoso attentato del 22 luglio 2011 a Oslo e sull'isola di Utoya. Dopo l'arresto infatti, nella serata del 23 luglio ha confessato alla polizia di essere l'autore del massacro sull'isola di Utoya.
Breivik avrebbe opinioni ostili all'Islam. Lo ha riferito il 23 luglio la polizia norvegese senza tuttavia rivelare le motivazioni del suo gesto.
Gli elementi pubblicati dal sospettato su internet lasciano pensare che «ci siano caratteristiche tendenti alla politica di destra e anti-musulmana, ma è troppo presto per dire se questo sia un motivo per il suo gesto», ha detto il commissario di polizia Sveinung Sponheim alla tivù pubblica Nrk.
EX MEMBRO DEL PARTITO DEL PROGRESSO. Breivik è stato però un ex membro del Partito del progresso, una formazione di destra d'impronta populista che si batte tra le altre cose per introdurre maggiori restrizioni in materia di immigrazione. L'uomo ha fatto parte dal 2004 al 2006 della formazione politica, il secondo partito nel parlamento norvegese, e ha militato anche nelle fila della sua sezione giovanile, dal 1997 al 2006/07. «Non è più un membro del partito», ha affermato Siv Jensen, leader della formazione di destra, «e mi rende molto triste il fatto che lo sia stato in passato. Non è mai stato un membro molto attivo e abbiamo molte difficoltà a trovare qualcuno che sappia molto di lui»
ARMI REGISTRATE A SUO NOME. Sulla sua pagina Twitter Breivik ha postato un solo messaggio, datato 17 luglio, con una citazione del filosofo inglese, John Stuart Mill: «Una persona con un credo ha altrettanta forza di 100 mila persone che non hanno interessi».
Secondo i media norvegesi il sospettato milita in ambienti estremisti e aveva due armi registrate a suo nome, una delle quali un fucile automatico, probabilmente lo stesso con cui ha aperto il fuoco all'impazzata contro i circa 600 partecipanti del campus laburista, uccidendone almeno 80.
Sul suo profilo Facebook, che risulta inaccessibile, forse già cancellato, l'uomo, capigliatura bionda e un po' lunga, si descrive come un «conservatore», «cristiano», celibe, interessato alla caccia e ad alcuni videogiochi come World of Warcraft e Modern Warfare 2.

L'assassino del fertilizzante

Il giovane, secondo quanto hanno scritto i media norvegesi, è il proprietario di una fattoria a 150 chilometri da Oslo, la Breivik Geofarm, nella regione di Hedmark, il cuore agricolo del Paese dove ha avuto la possibilità di acquistare una grande quantità di fertilizzante di nitrato di ammonio, un ingrediente che può essere usato per fabbricare esplosivi.
Le autorità hanno circoscritto la zona nella notte e gli inquirenti stanno indagando per scoprire se la sostanza possa essere stata usata nell'esplosione del 22 luglio nel centro di Oslo.
La polizia ha anche perquisito l'appartamento del giovane a Ovest nella capitale norvegese, nella zona ricca della città, che ha lasciato un mese fa per trasferirsi nella fattoria.
PIANTAGIONE DI MARIJUANA. Una curiosità: la stessa fattoria, nel 2006, venne chiusa dopo la scoperta di una piantagione di marijuana. Secondo i media norvegesi, gli interventi di Anders Behring Breivik sul sito Document.no riflettono le opinioni nazionaliste e la sua opposizione a una società multiculturale, ma secondo la televisione pubblica Nrk, ha anche preso le distanze dal neo-nazismo.
Le liste fiscali, che in Norvegia sono aperte alla consultazione pubblica, non mostrano alcun reddito per il 2009 e somme estremamente modeste nel corso degli anni precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso