Carabinieri 110825214601
CRONACA 6 Settembre Set 2011 1530 06 settembre 2011

Monza, prima soffoca la moglie e poi s'impicca

Albanesi regolari, erano separati da poco. Lasciano due figli.

  • ...

Una gazzella dei carabinieri.

Ha soffocato con un cuscino la moglie, da cui era separato da circa due mesi, ne ha adagiato il corpo con cura su un divano e quindi si è impiccato con una corda fissata a una trave del soffitto. È quanto scoperto il 6 settembre dai carabinieri di Besana Brianza e Seregno all'interno di una villa a Briosco (Monza).
ALBANESI REGOLARI. Le due vittime, Pierin e Lindita Pjetri, rispettivamente di 44 e di 37 anni, entrambi albanesi regolari, due figli di tre e cinque anni, nella vicina Besana Brianza, lavoravano come custodi e giardinieri all'interno di una grande villa con parco in via Turchino a Briosco, di proprietà di una famiglia milanese che è già stata avvertita dell'accaduto.
DRAMMA DELLA SEPARAZIONE. La separazione, risalente a circa due mesi fa, aveva lasciato strascichi nei rapporti della coppia. Così Pierin, nelle prime ore del mattino ha deciso di farla finita. A scoprire i corpi sono stati i militari, avvisati dai familiari della coppia che tenevano in custodia i due figli mentre i genitori erano al lavoro. Dopo aver più volte tentato di mettersi in contatto con i due, hanno avvisato i carabinieri che, arrivati sul posto alle 11.30, hanno trovato i due cadaveri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso