Migranti Lampedusa 131005144612
IMMIGRAZIONE 8 Ottobre Ott 2013 1009 08 ottobre 2013

Naufragio di Lampedusa, fermato lo scafista

Sale in bilancio delle vittime.

  • ...

Migranti soccorsi a Lampedusa.

La procura di Agrigento ha disposto il fermo del presunto scafista del naufragio di Lampedusa in cui sono morti centinaia di migranti. È il tunisino Kaled Bensalam, di 35 anni, indicato da alcuni testimoni come il 'comandante'. L'uomo è indagato per naufragio e omicidio volontario plurimo.
Le autorità lo hanno prelevato all'interno del Centro di accoglienza dell'isola, dove era attentamente sorvegliato, e trasferito nel carcere di Agrigento.
Il provvedimento ipotizza anche il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
SEI TESTIMONI. Sono sei i testimoni, tutti eritrei, che hanno identificato l'uomo come uno scafista e la maggior parte di loro lo ha indicato anche come il 'capitano' dell' equipaggio che era composto da due persone, compreso un giovane che potrebbe essere un minorenne suo connazionale, che non è tra i superstiti.
COINVOLTO NELL'INCENDIO. Secondo quanto riferito dai sopravvissuti, il presunto comandante avrebbe avuto un ruolo nell'incendio del peschereccio, appiccato per far notare la presenza della nave alle autorità italiane. Un testimone ha raccontato di «avere visto il capitano versare benzina o gasolio su una coperta», ma non ha saputo dire «se sia stato lui ad accendere il fuoco». È certo che «si è incendiata una parte dell'imbarcazione, tutti si sono riversati verso prua e la barca si è ribaltata».
IL BILANCIO DEI MORTI SALE A 289. Intanto è salito a quota 289 il bilancio ufficiale e provvisorio delle vittime: altri cadaveri sono stati recuperati l'8 ottobre dai sommozzatori all'interno del peschereccio affondato a Lampedusa. Tutti i corpi dei migranti che si trovavano nelle zone aperte del barcone sono stati recuperati mentre sono ancora da estrarre diversi cadaveri nella stiva che sono praticamente ammassati uno sull'altro.
LETTA E ALFANO CON BARROSO SULL'ISOLA. Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, con il vicepremier e ministro dell'Interno, Angelino Alfano, è atteso il 9 ottobre in visita a Lampedusa. Letta e Alfano sono destinati ad accompagnare sull'isola il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, e il commissario europeo agli Affari interni, Cecilia Malmström.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati