Test Gravidanza 140212122623
EQUIVOCI 12 Febbraio Feb 2014 1753 12 febbraio 2014

Incinta, confessa tradimento: era un errore

Il marito era sterile. La donna risarcita con 15 mila euro.

  • ...

La donna modenese ha scoperto che si era trattato di un errore medico: non era mai stata incinta.

Una donna è rimasta incinta a Modena.
Fin qui nulla di strano, se non fosse che il suo fidanzato non potesse avere figli.
Gianna, dopo essersi sottoposta ad alcuni esami clinici a causa di un certo malessere, ha scoperto da un referto medico di essere al terzo mese di gravidanza. Siccome non poteva essere incinta del suo fidanzato, la futura madre, tormentata dallo choc della notizia appresa, si è trovata davanti alla prova schiacciante del suo tradimento.
LA CONFESSIONE. Ha quindi dovuto confessare l'adulterio al suo compagno, che, furioso, se ne è andato di casa.
Ma è successo l'inimmaginabile: la donna, secondo una successiva verifica sul suo stato di salute, non aspettava nessun bambino.
Si era trattato di un errore medico che le era costato il matrimonio imminente.
IL RISARCIMENTO. Gianna ha così mandato un'immediata richiesta dei danni al Centro medico, dove i dottori hanno potuto solo fare mea culpa.
Il caso bizzarro si è risolto con 15 mila euro di risarcimento. L’avvocato Matteo Mion, difensore della donna, si è detto soddisfatto: «Ci siamo messi d’accordo subito senza ricorrere al tribunale per l’evidenza dei fatti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso