Spagna Aborto 131221082839
DIBATTITO 7 Marzo Mar 2014 1036 07 marzo 2014

Amnesty alla Spagna: ritirate la riforma sull'aborto

Secondo l'associazione penalizza le donne: «Non rispetta i diritti».

  • ...

Una manifestazione pro-vita a Madrid.

Il restrittivo progetto di riforma dell'aborto approvato dal governo spagnolo secondo Amnesty International «pone tante barriere da penalizzare le donne» e limita il loro diritto all'interruzione volontaria di gravidanza, per cui l'associazione torna a chiedere il ritiro del testo.
DIRITTI RETROCESSI. È quanto ha rivendicato, alla vigilia dell'8 marzo, la sezione spagnola dell'organizzazione, che denuncia «la retrocessione in Spagna dei diritti delle donne».
Nella presentazione a Madrid della campagna mondiale 'Il mio corpo, i miei diritti', citata il 7 marzo dai media, Amnesty ha rilevato che, nel caso in cui la riforma dovesse trovare l'approvazione del parlamento, con la maggioranza assoluta del Pp, «restringerà gravemente l'accesso di donne e adolescenti ai servizi di aborto, violando gli obblighi contratti dalla Spagna in virtù del diritto internazionale dei diritti umani».
RITIRO DELLA NORMATIVA. L'organizzazione chiede quindi il ritiro della normativa che «allontana la Spagna dai paesi del contesto europeo, per situarla al livello di Lutuania, Macedonia e Turchia», per quando riguarda la difesa dei diritti umani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso