Carabinieri 130622163738
CRIMINALITÀ 1 Luglio Lug 2014 0834 01 luglio 2014

Appalti in mano alla 'ndrangheta, 20 arresti

Blitz in Piemonte, sequestro di 15 mln.

  • ...

Un'auto dei carabinieri.

I carabinieri del Ros hanno eseguito, all'alba del primo luglio, tra Torino, Milano, Genova e Catanzaro, una ventina di ordinanze di custodia cautelare in carcere, su disposizione della procura distrettuale antimafia di Torino. Destinatarie altrettante persone accusate di far parte di un sodalizio di matrice 'ndranghetista infiltrato nel tessuto economico del capoluogo piemontese, in particolare negli appalti pubblici.
DIVERSI CAPI D'ACCUSA. Le accuse contestate sono di associazione di tipo mafioso, estorsione, usura e traffico illecito di rifiuti. Tra le carte dell'inchiesta è spuntato anche un tentativo, risultato poi vano, di infiltrazione nella filiera degli appalti per la Tav Torino-Lione in Val di Susa. Eseguito, infine, un sequestro preventivo di società e beni per un valore di 15 milioni di euro.
SODALIZIO 'NDRANGHETISTA. Al centro dell'operazione 'San Michele', come è stata ribattezzata dai carabinieri, c'era dunque un sodalizio di matrice 'ndranghetista, proiezione in Piemonte della cosca 'Greco' di San Mauro Marchesato. L'attività investigativa ha documentato la diffusa infiltrazione della cosca nel tessuto economico e imprenditoriale della provincia di Torino e, appunto, in particolare nel settore degli appalti pubblici.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso