Sollecito 140701124212
PROCESSO 1 Luglio Lug 2014 1255 01 luglio 2014

Omicidio Meredith, Sollecito: «Amanda innocente, ma ci sono anomalie»

«Ma credo nella sua innocenza».

  • ...

Raffaele Sollecito con i suoi avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori.

La versione di Raffaele Sollecito. Dopo le dichiarazioni dei suoi legali che sembravano aver 'scaricato' Amanda Knox, il 30enne condannato assieme alla studentessa americana per l'omicidio di Meredith Kercher ha provato a fare chiarezza: «Io e la mia famiglia crediamo profondamente nell'innocenza di Amanda, non c'è alcuna ritrattazione», ma nella sentenza della Corte d'Assise d'Appello di Firenze «ci sono alcune anomalie» nel racconto fornito da Amanda.
«IL SUO MEMORIALE MI SCAGIONA». Sollecito ne ha parlato in una conferenza stampa con gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori: «È il memoriale di Amanda che mi scagiona, è lei stessa che mi dà un alibi quando mi dichiara estraneo da ciò che per i giudici è la verità», ha detto presentando con i suoi avvocati il ricorso in Cassazione contro la sentenza d'Appello di Firenze.

Correlati

Potresti esserti perso