Ucraina Scontri Filorussi 140415202012
GUERRA CIVILE 1 Luglio Lug 2014 1359 01 luglio 2014

Ucraina, spari su un bus: vittime nell'est del Paese

Putin: «Poroshenko responsabile».

  • ...

Ucraina: carri armati governativi a Kramatorsk, nell'Est del Paese.

Primi effetti concreti del mancato prolungamento in Ucraina del cessate il fuoco.
Nella mattinata dell'1 luglio, un minibus è stato colpito da spari a Kramatorsk, nell'Est del Paese dilaniato dalla guerra civile: sette persone sono rimaste uccise, altrettante hanno riportato ferite «di diversa entità». A riferirlo un portavoce della regione di Donetsk citato dall'agenzia Unian.
FERITO UN SOLDATO. Sembrano essersi, dunque, nuovamente intensificati i combattimenti tra le truppe di Kiev e i miliziani separatisti dopo la scadenza di un fragile cessate il fuoco.
«Attacchi aerei e di artiglieria», ha detto il direttore di Resistenza informativa Dmitro Timchuk,«sono in atto in tutti i posti dove si trovano» i miliziani filorussi. Un soldato di Kiev è rimasto ferito da cecchini nei pressi di Tarani, nella regione di Donetsk.
ASSALTATO IL COMANDO DELLA POLIZIA. Sempre a Donetsk, i miliziani separatisti hanno assaltato il comando regionale della polizia. Un agente è stato ucciso e altri due sono rimasti gravemente feriti.
LA RUSSIA MINACCIA L'UCRAINA. Intanto il ministero degli Esteri di Mosca ha minacciato con una nota le autorità ucraine, che «dovranno rispondere» dei «crimini» commessi contro la popolazione civile nella regione orientale del Paese.
PUTIN TUONA CONTRO POROSHENKO. Il presidente ucraino Petro Poroshenko «si è assunto la responsabilità non solo militare, ma anche politica di aver scatenato azioni di guerra». Lo ha detto il leader del Cremlino Vladimir Putin, commentando la decisione di Poroshenko di interrompere la tregua e rilanciare l'offensiva contro i separatisti filorussi nell'est del Paese.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso