Jong 130128101724
DIPLOMAZIA 3 Luglio Lug 2014 0623 03 luglio 2014

Nord Corea, il Giappone rimuove parte delle sanzioni

Disgelo sui rapimenti di cittadini nipponici durante la Guerra fredda.

  • ...

Kim Jong-un, leader della Corea del Nord.

Il Giappone ha deciso di rimuovere parte delle sanzioni decise contro la Corea del Nord. Lo afferma il premier Shinzo Abe dopo il vertice coi ministri coinvolti sulla questione dei rapimenti dei cittadini nipponici durante la Guerra Fredda ad opera di agenti di Pyongyang. La commissione varata dal Nord, infatti, sarebbe in grado di poter per fare luce sulla vicenda.
Le sanzioni, ancora da definire quali e in che entità, dovrebbero essere alleggerite non appena prenderà i pieni poteri la commissione nordcoreana con i primi atti di indagine. L'iniziativa decisa il 3 luglio dal governo di Tokyo segue l'ultimo round di incontri appena avuti a Pechino dalle delegazioni di alto livello dei due Paesi proprio sull'argomento.
GIAPPONESI IN COREA. Secondo il quotidiano finanziario Nikkei, inoltre, Pyongyang ha nell'occasione consegnato l'elenco di almeno 10 cittadini giapponesi che si ritiene vivano in Corea del Nord, compresi quelli rapiti da agenti del regime. Un gesto per rimarcare la «volontà» del Nord di impegnarsi sul serio nel riesame della reale sorte capitata ai cittadini nipponici, rafforzata dal fatto che un componente senior di peso della potente Commissione nazionale di Difesa farà parte del panel investigativo. In questo modo, ha riferito la stampa nipponica citando fonti del governo di Tokyo, l'iniziativa di riesame finirà nel campo nordcoreano sotto il diretto controllo del leader Kim Jong-un, che della Commissione, il più alto organo istituzionale del Paese, è presidente. In questo contesto, il panel avrà quattro gruppi separati, uno dei quali relativi alle vittime dei rapimenti.

Correlati

Potresti esserti perso