Roberta Pinotti Ministro 140221212011
EMERGENZA SBARCHI 3 Luglio Lug 2014 0753 03 luglio 2014

Pinotti: «La Libia chieda l'aiuto dell'Onu»

Per il ministro Nazioni Unite sono soluzione alle tragedie del mare.

  • ...

Roberta Pinotti, ministro della Difesa.

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha fatto un appello alla Libia, cercando una soluzione all'emergenza sbarchi che ha portato al collasso le strutture ricettive italiane, e ha fatto perdere la vita a molti migranti.
«Il nuovo governo libico potrebbe favorire un'intesa tra quel Paese e l'Onu. Si potrebbe chiedere alla Libia di fare richiesta all'Unhcr di intervenire ad evitare tragedie ulteriori, magari aprire campi umanitari sotto il controllo dell'Onu». ha sottolineato in un'intervita a Il Mattino.
«NUOVO RAPPORTO CON LA LIBIA». «Sull'immigrazione», ha continuato, «puntiamo, come ribadito dal premier, ad un'evoluzione della politica europea in materia, ma anche ad un diverso rapporto con la Libia».
«Sul piano europeo», ha aggiunto Pinotti, «c'è bisogno di più fondi comunitari in tema di immigrazione, anche per trasformare Frontex». Quanto ai rapporti con Tripoli, ha sottolineato come il nuovo governo rappresenti un passaggio importante: «C'è chi insiste a chiedere che gli immigrati vadano fermati prima della partenza, mandando aiuti. Ma, senza un interlocutore stabile in Libia, questa possibilità era nulla. Ora si aprono spiragli. Abbiamo da tempo un piano per rendere praticabile la collaborazione».
«MARE NOSTRUM CONTINUA». E ha escluso che la possibilità di un maggiore coinvolgimento internazionale metta fine all'esperienza di Mare nostrum: «Continuerà, per il momento. Le politiche nel medio periodo coinvolgeranno Europa e Libia. Ora, finalmente, l'Europa ci ascolta. Il tema dei rifugiati è tema di tutta l'Europa».
Il ministro ha annunciato anche iniziative per l'emergenza sbarchi in Italia: oltre allo studio di un fondo di 130 milioni, «è in atto uno screening sulle caserme, per verificare la possibilità di utilizzarne qualcuna come centro di accoglienza».

Correlati

Potresti esserti perso