IL RICORDO 4 Luglio Lug 2014 1248 04 luglio 2014

Morte Faletti, la carriera dell'artista

Dal Derby di Milano ai successi da giallista.

  • ...

Giorgio Faletti se n'è andato per sempre. A 63 anni, stroncato da un tumore di cui era malato da tempo, all'ospedale Molinette di Torino. Artista, attore, cantante e scrittore di best seller, possedeva un talento raro e poliedrico.
GLI INIZI DELLA CARRIERA: IL CABARET. Nato ad Asti il 25 novembre 1950, Giorgio Faletti si è laureato in Giurisprudenza. Ma l'idea di chiudersi in uno studio legale non gli piaceva affatto. Tentò subito la strada dello spettacolo e si dedicò al cabaret, approdando quasi immediatamente al Derby, storico locale milanese.
In quegli anni sullo stesso palco si alternavano Diego Abatantuono, Teo Teocoli, Massimo Boldi, Paolo Rossi e Francesco Salvi. Faletti entrò nel Gruppo Repellente, ideato da Enzo Jannacci e Beppe Viola, di cui facevano parte anche Boldi, Abatantuono e Ernst Thole.

  • Il personaggio di Suor Daliso interpretato da Faletti a Drive in.

GLI ANNI DI DRIVE IN. Il debutto sul piccolo schermo arrivò nel 1982 con la trasmissione Pronto Raffaella, condotta dall'inossidabile Carrà, per poi continuare su Antenna 3 Lombardia con Il guazzabuglio al fianco di Teo Teocoli e la regia di Beppe Recchia.
E fu il regista che nel 1985 lo lanciò in Drive in, il programma comico che rivoluzionò la televisione italiana. Faletti interpretava moltissimi personaggi: il Testimone di Bagnacavallo, Carlino (famoso per il tormentone sul «giumbotto»), il Cabarettista Mascherato, Suor Daliso. E, naturalmente, Vito Catozzo, una guardia giurata dal linguaggio colorito, zeppo di espressioni come «culattacchione», «mondo cano», «porco mondo che ciò sotto i piedi».
CON ZUZZURRO E GASPARE IN EMILIO. Il successo è confermato con Emilio, la trasmissione con Zuzzurro e Gaspare nella quale lanciò il personaggio di Franco Tamburino, improbabile stilista di Abbiategrasso, e un'imitazione di Loredana Berté.
CON PIPPO BAUDO IN FANTASTICO '90. Giorgio Faletti ha partecipato anche a Fantastico '90 al fianco di Pippo Baudo, Marisa Laurito e Jovanotti e, successivamente, a Stasera mi butto... e tre!, con Toto Cutugno.

  • Giorgio Faletti canta Ulula.

LA SCOPERTA DELLA MUSICA. A causa di un'operazione al ginocchio che lo costrinse all'immobilità per circa due mesi, Faletti si avvicinò casualmente al mondo della musica. La sua prima attività di cantautore è condensata nell'album Disperato ma non serio, con il brano di punta Ulula.
Giorgio Faletti ha scritto canzoni per molti altri performer: artisti del calibro di Mina, Fiordaliso, Gigliola Cinquetti. Ha collaborato anche con Angelo Branduardi.

  • L'esibizione di Giorgio Faletti al Festival di Sanremo nel 1994 con Signor tenente.

IL FESTIVAL DI SANREMO DEL 1994. La vera fama di cantautore Faletti se la guadagnò sul palco dell'Ariston nel 1994 con la canzone Signor tenente. Non solo commosse il grande pubblico, ma vinse anche il Premio della Critica, classificandosi secondo. Si riconfermò poi l'anno successivo con L'assurdo mestiere, un album vincitore del Premio Rino Gaetano per i testi.

  • L'Assurdo mestiere, canzone tratta dall'album di Faletti vincitore del premio Rino Gaetano.

FALETTI SCRITTORE DI GIALLI. L'ultima metamorfosi di Giorgio Faletti è quella che lo ha portato a diventare scrittore, scegliendo il genere 'giallo'.
Il suo thriller scritto nel 2002 Io uccido ha venduto la cifra record di oltre 4 milioni di copie.
Nel 2004 uscì Niente di vero, tranne gli occhi. E l'anno successivo Faletti vinse il Premio De Sica per la letteratura.
Nel 2006 fu volta di Fuori da un evidente destino, ambientato in Arizona. Poi la raccolta di racconti Pochi inutili nascondigli. Nella primavera del 2009 venne data alle stampe la prima edizione del romanzo Io sono Dio. Il sesto romanzo vide la luce nel novembre del 2010, Appunti di un venditore di donne. La sua ultima prova letteraria è Da quando a ora, pubblicato nel 2012 da Einaudi.

  • L'ultima scena del film Cemento armato, in cui Giorgio Faletti ha recitato da attore.

LE PARTI SUL GRANDE SCHERMO. Faletti ha recitato anche in numerosi film, come Notte prima degli esami di Fausto Brizzi e Cemento armato di Marco Martani, dove ha interpretato il personaggio di un boss soprannominato Il Primario. Ha avuto una parte anche nel lungometraggio Baaria, con la regia di Giuseppe Tornatore.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso