Zuniga Neymar Ginocchiata 140705142746
LA RISPOSTA 5 Luglio Lug 2014 1423 05 luglio 2014

Mondiale 2014, Zuniga: «Non volevo fare male a Neymar»

Lettera di scuse del colombiani. Ma la federcalcio brasiliana è furiosa.

  • ...

L'intervento di Zuniga che ha causato l'infortunio di Neymar.

Juan Camilo Zuniga non l'ha fatto apposta. La ginocchiata alla schiena rifilata a Neymar, che è costata al fantasista brasiliano la frattura di una vertebra, ponendo fine al suo Mondiale, sarebbe stata «un intervento «normale». «Non avevo certo intenzione di fargli del male», ha detto il terzino colombiano nell'immediato post partita, intercettato dalla rete televisiva Globo. La partita, vinta dal Brasile per 2 a 1, secondo Zuniga è stata dura e piena di contrasti, «ma i brasiliani non erano da meno. Io ho cercato solo di arrivare sul pallone», ha concluso il difensore.
ARBITRO SOTTO ACCUSA. Nel frattempo, c'è chi invoca una punizione «del tipo di quella data a Suarez», chi si scaglia contro l'arbitraggio «troppo permissivo» e chi, più semplicemente, se la prende con la sfortuna.
FEDERAZIONE BRASILIANA FURIOSA. La cosa che più ha fatto infuriare la federazione brasiliana, tuttavia, è stata proprio l'assenza di scuse da parte del colombiano. Motivo per cui dovrebbe essere presentata una formale protesta alla Fifa chiedendo una punizione esemplare per Zuniga, neppure ammonito dal fischietto spagnolo Velasco Carballo.
LETTERA DI SCUSE DI ZUNIGA. In realtà, seppur in ritardo le scuse di sono infine arrivate. In una lettera, l'esterno del Napoli si è rivolto direttamente all'asso del Barcellona. «Mi dispiace per la situazione creatasi dopo una normale azione di gioco, senza cattive intenzioni, voglia di far male o imprudenza da parte mia». E poi: «Voglio inviarti un saluto speciale, Neymar. Ti ammiro, ti rispetto e ti considero uno dei migliori calciatori del mondo. Spero di riprenderai in fretta e che tornerai presto».
La Fifa, da parte sua, ha già fatto sapere alla Cbf, in via informale, che sta esaminando i fatti, per analizzare i quali si farà ricorso (come nel caso di Suarez) anche a immagini e filmati televisivi.
RONALDO: «VOLEVA FARGLI MALE». Decisamente più duro il commento dell'ex Fenomeno Ronaldo, secondo il quale «tutti hanno visto che il colombiano è entrato con l'intenzione di fare male. Il suo è stato un intervento aggressivo e molto violento». La pensa così anche Fabio Cannavaro: «Io sono un po' malizioso e non so se Zuniga volesse davvero solo anticiparlo. Io ho dei dubbi e non so se sia stato un gesto involontario». E anche per un altro mito come la superstar del basket Kobe Bryant, si tratta di un «pessimo esempio per lo sport». «Nessuno dubita della sua buona fede: l'irruenza di quell'intervento, mentre era in corso un tentativo disperato di rimonta, riesci anche a giustificarla», ha spiegato il fuoriclasse dei Lakers, «ma non giustifichi l'effetto di quell'entrata. La ginocchiata a Neymar è un esempio pessimo e senza classe di come competere nello sport».
MARADONA CONTROCORRENTE. Controcorrente, come sempre, Diego Armando Maradona, che non è entrato nel merito del fallo del colombiano, ma ha attaccato pesantemente Velasco Carballo, «il peggior arbitro che ho visto negli ultimi 10 anni». Secondo l'ex fuoriclasse argentino, l'operato del direttore di gara va inquadrato nel piano della Fifa, cioè «far arrivare in finale» il Brasile padrone di casa. E ha fatto l'esempio di David Luiz, autore a suo parere «di sette, pesanti, falli sistematici su James Rodriguez senza essere mai ammonito. Mentre sia Julio Cesar che Hulk meritavano il rosso». Nessun accenno invece al fallaccio di Zuniga.

Correlati

Potresti esserti perso