Amina Sboui Scarcerazione 130802133508
AGGRESSIONE 7 Luglio Lug 2014 1439 07 luglio 2014

Femen, l'ex esponente Amina Sboui attaccata e rasata a Parigi

La tunisina colpita da gruppo di integralisti.

  • ...

L'ex militante delle Femen, la tunisina Amina Sboui, afferma di essere stata aggredita la mattina del 6 luglio all'alba vicino a una piazza di Parigi da cinque persone che le hanno «rasato le sopracciglia e i capelli».
AGGREDITA NELLA METROPOLITANA. Amina ha denunciato l'aggressione sulla sua pagina Facebook, dove ha poi postato un suo selfie di queste ultime ore dopo i fatti. La donna sostiene di essere stata aggredita da cinque persone verso le 5 del mattino mentre si trovava nella stazione della metropolitana di Clichy, a Pigalle: «mi hanno rasato le sopracciglia, i capelli, dicendomi che non merito la bellezza che mi ha dato Allah, mi hanno detto brutta puttana, ti stupriamo e Allah ci ringrazierà per questo!».
IN CARCERE IN TUNISIA. Prima militante Femen tunisina, Amina è rimasta due mesi e mezzo in carcere nel 2013 dopo aver scritto la parola Femen sul muro di un cimitero di Kairouan, in Tunisia. Una volta liberata, aveva però lasciato il movimento definendolo «islamofobo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati