Ikea Ingvar Kamprad 110825170200
IL CASO 8 Luglio Lug 2014 1645 08 luglio 2014

Bufera su Ikea: finanziò Securitate di Ceausescu

L'accusa: fatture false per i servizi segreti del regime romeno.

  • ...

Ingvar Kamprad fondatore e proprietario di Ikea.

Il colosso dei mobili scandinavo è di nuovo sotto accusa.
Ikea, dopo le accuse di impatie naziste, secondo alcuni documenti risalenti all'epoca della guerra fredda declassificati a Bucarest, avrebbe foraggiato il famigerato servizio di spionaggio interno Securitate che all'epoca di Nicolae Ceausescu tanta parte ebbe nel controllo della dissidenza.
SOLDI AL REGIME. Il nuovo colpo alla rispettabilità dell'azienda fondata dal discusso Ingvar Kamprad è stato assestato dal Collegio nazionale degli archivi della Securitate.
Per l'accusa Ikea, attraverso false fatturazioni gonfiate, per un decennio provvide a far arrivare al regime romeno valuta e finanziamenti.
L'azienda svedese ha ovviamente già smentito tali informazioni riprese dalla stampa di Stoccolma e persino da quella britannica.
RICOSTRUZIONE DETTAGLIATA. La ricostruzione degli archivi è sembrata però piuttosto dettagliata.
Il colosso decise di sfruttare la disponibilità di legname e di manodopera a basso costo offerti dai paesi dell'est Europa.
In clima di guerra fredda, negli anni 80, Ikea, secondo quanto riportano i giornali, strinse un accordo con un'azienda di stato romena che si occupava di commercio del legname, la 'Technoforestexport'.
Attraverso altre aziende specializzate in transazioni commerciali, cominciarono così a gonfiare le le fatture: per ogni transazione il governo romeno poteva intascare l'1,85 per cento del totale e le tangenti venivano subito versate su conti segreti facenti capo alla Securitate.
INCHIESTA INTERNA. Ikea ha già risposto negando le accuse, seppure con un certo imbarazzo: «Abbiamo condotto un'inchiesta interna e non abbiamo trovato nessun fondamento che possa lasciar pensare a rapporti diretti tra la nostra azienda e la Securitate», hanno detto i portavoce.
TANTI CASI DUBBI. Per Ikea sono stati tanti i casi in cui si è dovuta difendere da pesanti accuse: dal passato nazista del suo fondatore, alle scuse presentate dopo aver ammesso di aver utilizzato il lavoro dei detenuti nell'allora Germania Est, e a Cuba.
La Securitate, i cui misfatti sono stati resi noti in tutto il mondo alla morte di Ceausescu, era stata fondata nel 1947 e fu definitivamente smantellata nel 1991.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso