Marijuana Cannabis 140503101821
SENTENZA 9 Luglio Lug 2014 1530 09 luglio 2014

Droga, è legale coltivare marijuana in casa

Lo ha deciso la Cassazione.

  • ...

Una foglia di marijuana.

Coltivare piante di marijuana nel terrazzo di casa non è reato. Dopo la sentenza di primo grado del 2007, poi annullata dalla Cassazione, anche la Corte d'Appello di Cagliari ha assolto il 9 luglio un giovane cagliaritano, assistito dall'avvocato Giovanni Battista Gallus, imputato per la «coltivazione domestica» di due piante di canapa indiana nella propria abitazione.
GRANDE CLAMORE MEDIATICO. «La sentenza di settembre dello stesso anno», ha spiegato all'Ansa il legale, «era stata emessa dal giudice Giuseppe Pintori sul presupposto che si trattasse di coltivazione domestica, equiparabile all'uso personale e, pertanto, priva di rilevanza penale. La sentenza aveva avuto un rilevante clamore mediatico e in seguito la Procura Generale di Cagliari aveva proposto ricorso, accolto dalla Cassazione che aveva annullato l'assoluzione».
SENTENZA DELLE NAZIONI UNITE. «Infatti», ha proseguito l'avvocato del giovane, «era intervenuta una sentenza delle Sezioni Unite, che ha stabilito il principio secondo cui costituisce condotta penalmente rilevante qualsiasi attività non autorizzata di coltivazione di piante dalle quali sono estraibili sostanze stupefacenti, anche se per uso personale. Per la Cassazione era irrilevante, ai fini della sussistenza del reato, la distinzione tra coltivazione tecnico-agraria e coltivazione domestica».
In seguito all'annullamento della sentenza di primo grado il Tribunale di Cagliari aveva condannato il giovane a sei mesi di reclusione e 1.400 euro di multa. Ma la seconda sezione della Corte d'Appello di Cagliari lo ha ssolto dal reato perché il fatto non sussiste. Le motivazioni della sentenza sono attese tra un paio di settimane.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso