Jean Baptiste Franssu 140709130920
BANCA VATICANA 9 Luglio Lug 2014 1233 09 luglio 2014

Ior: Jean-Baptiste De Franssu è il nuovo presidente

Rinnovato tutto il board dell'istituto di credito.

  • ...

Il francese Jean-Baptiste de Franssu è il nuovo presidente dello Ior. Lo ha annunciato il prefetto per l'Economia, cardinale George Pell. Con lui entrano nel consiglio il tedesco Clemens Boersig, l'americana Mary Ann Glendon e il britannico Michael Hintze, più altri due membri laici non ancora comunicati.
Invece monsignor Alfred Xuereb, segretario generale della Segretria per l'Economia, diventa segretario senza diritto di voto del Consiglio dello Ior. Monsignor Battista Ricca rimane il prelato dello Ior.
QUASI INVARIATA LA COMMISSIONE DEI CARDINALI. I cinque membri della Commissione Cardinalizia dello Ior restano in carica e a essi si aggiunge il cardinale Josip Bozanic di Zagabria, Croazia. Tali membri sono il cardinale Santos Abril y Castellò (arciprete della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore), il cardinale Thomas Christopher Collins (arcivescovo di Toronto), il cardinale Pietro Parolin (segretario di Stato), il cardinale Christoph Schönborn (arcivescovo di Vienna ) e il cardinale Jean-Louis Tauran (presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso).
«TRASFORMERÒ LO IOR». Il primo commento del nuovo presidente dello Ior, Jean-Baptiste De Franssu, dopo l'annuncio della nomina, è stato di estrema felicità: «È un onore essere stato chiamato ad attuare i cambiamenti che sono necessari per trasformare ulteriormente lo Ior in un fornitore dedicato di servizi per la Chiesa».
«RISTRUTTURARE LA GESTIONE DEL PATRIMONIO». Secondo il nuovo Consiglio nei prossimi tre anni, gli statuti dello Ior dovrebbero essere rivisti e le attività ridisegnate, con tre priorità strategiche: «rafforzare il business dello Ior; spostare gradualmente la gestione del patrimonio a un nuovo e centrale Vatican Asset Management (Vam), al fine di superare la duplicazione degli sforzi tra le istituzioni vaticane; concentrare le attività dello Ior sulla consulenza finanziaria e i servizi di pagamento per il clero, le congregazioni, diocesi e impiegati laici del Vaticano».

Jean-Baptiste de Franssu, esperto nell'asset management

Ma chi è Jean-Baptiste de Franssu? Il neo presidente dello Ior vanta una riconosciuta esperienza nel campo dell'asset management, la gestione di investimenti in campo finanziario, di cui è un esperto a livello internazionale. È presidente di Incipit, società di consulenza nel settore del mergers & acquisitions.
GIÀ AMMINISTRATORE DI INVESCO. Fino alla fine di ottobre 2011 è stato amministratore delegato di Invesco Europe, filiale europea della società di investimenti americana, e membro del comitato di gestione Invesco Worldwide. Prima di entrare in Invesco nel 1990, era direttore del gruppo Caisse des Dépôts et Consignations in Francia, e prima di questo redattore finanziario della rivista francese Investir.
LAUREA A REIMS, DOTTORATO IN GRAN BRETAGNA. De Franssu si è laureato all'Esc Group Business School a Reims, in Francia, e ha conseguito un dottorato in European Business Administration presso la Middlesex University in Gran Bretagna. Ha inoltre conseguito un diploma post-laurea in Studi Attuariali all'Università Pierre e Marie Curie di Parigi.
Nel giugno 2009 è stato nominato presidente dell'Associazione europei Fondi e Asset Management (Efama). Il suo mandato è terminato nel giugno 2011. De Franssu è stato anche un membro del gruppo di esperti sull'asset management della Commissione Europea, in tema di evoluzione del regime normativo per la sicurezza degli investimenti.
PERSONALITÀ EUROPEA DEL 2009 PER FONDI E INDUSTRIA. È stato presidente di un Think Tank sempre sull'asset management che ha edito tre pubblicazioni chiave, di cui una nel gennaio 2009 sulle sfide principali affrontate a livello di sicurezza degli investimenti in seguito alla crisi creditizia, con il sostegno del commissario europeo McGreevy. Nel 2009 è stato nominato Personalità europea dell'anno per i fondi e l'industria dalla rivista Funds Europe.
MEMBRO DELLA COMMISSIONE IOR DAL 2013. Dal 2013, è stato membro della Pontificia Commissione referente sull'organizzazione delle strutture economiche e amministrative della Santa Sede, presieduta dall'economista maltese Joseph F. X. Zahra. Dal marzo 2014 è una dei sette membri laici del Consiglio per l'Economia, coordinato dal cardinale di Monaco Reinhard Marx e di cui Zahra è vice-coordinatore. De Franssu è anche direttore non esecutivo di Tages Llp, Petercam Sa, Carmignac Gestion Sa e Acofi Sca. È infine membro di vari consigli di amministrazione di enti di beneficenza europee e statunitensi.
«NON CI SONO CONFLITTI DI INTERESSE». Sposato con Hélène de Gerlache de Gomery, con cui ha quattro figli. Nell'accettare la sua nomina allo Ior, De Franssu ha affermato che si occuperà dell'Istituto vaticano a tempo pieno. Ha anche negato che per il nuovo incarico ci siano 'conflitti d'interesse'. Rispondendo ai giornalisti, Zahra oggi ha detto che «non esiste una società nella quale De Franssu ha interessi con me», smentendo così le indiscrezioni circolate negli ultimi tempi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso