Polizia 130403073856
BLITZ 10 Luglio Lug 2014 0822 10 luglio 2014

Casalesi, sequestrati 100 milioni a imprenditore

Attivo nel settore del calcestruzzo. Affiliato al clan di camorra.

  • ...

Un agente della Direzione investigativa antimafia.

Beni per un valore stimato in oltre 100 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Napoli a un imprenditore campano del settore del calcestruzzo affiliato al clan di camorra dei Casalesi. Il sequestro è stato disposto dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere e riguarda decine di immobili, automezzi, società e rapporti finanziari. All'operazione hanno partecipato i carabinieri di Caserta e la polizia stradale di Campania e Molise.
PUNTO DI RIFERIMENTO DEL CLAN. I sequestri della Dia sono stati eseguiti nei riguardi dell'imprenditore Alfonso Letizia, 67 anni, originario di Casal di Principe (Caserta), attivo nel settore della produzione e della vendita del calcestruzzo. Secondo le indagini della Dia, Letizia era il punto di riferimento delle fazioni Bidognetti e Iovine del clan dei casalesi, in quanto metteva a disposizione della 'famiglia camorristica' i propri impianti di produzione del calcestruzzo e le proprie strutture societarie. In cambio il clan camorristico gli garantiva condizioni di oligopolio sul mercato casertano imponendo ai cantieri le sue forniture di calcestruzzo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso