TENSIONE 11 Luglio Lug 2014 0800 11 luglio 2014

Gaza, Israele-Hamas: armi e tattiche di guerra

Tel Aviv colpisce basi d'addestramento. I palestinesi hanno razzi con un raggio di 75 chilometri.

  • ...

Non si ferma la guerra a Gaza. Anzi, la città è sotto il fuoco continuo israeliano (foto).
Da metà giugno Tel Aviv ha colpito oltre 500 obiettivi militari nella Striscia. Nel mirino soprattutto postazioni di lancio, tunnel, basi di addestramento, depositi di armi e munizioni, capi militari di Hamas o delle altre fazioni radicali.
UN RAZZO OGNI 10 MINUTI. Il bilancio di morti è pesantissimo. Stando ai dati forniti il 10 luglio, almeno 80 persone avrebbero perso la vita e 550 serebbero i feriti.
Israele ha fronteggiato una tempesta di 365 razzi, una media di uno ogni 10 minuti, intercettati dal sistema difensivo Iron Dome per un buon 90%.

Secondo quanto riportato il 10 luglio da panorama.it, dal 2012 Hamas si è dotata di nuovi ordigni a lungo raggio M-302 e R-160.
Il primo è prodotto in Siria copiando il cinese WS-1 ed esportato in Iran. Gli R-160 , il cui impiego è stato annunciato dalle milizie palestinesi contro Haifa, sono razzi prodotti nelle officine di Hamas a Gaza probabilmente assemblando copie dei razzi pesanti Zelzal-1 iraniani.
I RAZZI: DAI M-302 AL FAJR-5. Per il Meir Amit Intelligence and Terrorism Information Center, l'arsenale di Hamas comprende centinaia di razzi con raggio d'azione pari o superiore ai 75 chilometri (M-302, R-160 e soprattutto Fajr-5 in grado di raggiungere Tel Aviv) e di migliaia di Kassam e Grad capaci di colpire obiettivi posti tra i 15 e i 40 chilometri.

ISRAELE PUNTA SUL SISTEMA IRON DOME. I risultati ottenuti dai bombardamenti palestinesi sono stati finora scarsi grazie soprattutto al sistema difensivo Iron Dome in grado di intercettare razzi e persino i proiettili d’artiglieria. Prodotta dalle aziende Elta e Rafael con il contributo finanziario statunitense di 275 milioni di dollari, la 'Cupola di Ferro' ha intercettato il 90% dei razzi lanciati da Gaza.
Il sistema computerizzato che gestisce lo 'scudo' israeliano calcola la traiettoria dei razzi in arrivo e intercetta solo quelli diretti verso aree abitate.

CIVILI COME SCUDI UMANI? La guerra sulla Striscia di Gaza oltre che essere 'aerea' potrebbe trasformarsi anche di posizione. Sul piano militare un'invasione di Gaza potrebbe comportare scontri casa per casa e perdite elevate, se non tra i militari israeliani di certo tra i miliziani e tra i civili palestinesi, spesso utilizzati come scudi umani dalle forze di Hamas.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso