Wwoof 140710140506
VADEMECUM 12 Luglio Lug 2014 1510 12 luglio 2014

Come andare in vacanza gratis

Quattro modi per viaggiare il mondo a zero euro o quasi.

  • ...

Andare in vacanza senza spendere nulla. O quasi.
È il sogno di qualunque persona, specialmente in un periodo di crisi economica a causa del quale, anche quest'anno, moltissimi italiani saranno costretti a rinunciare alle ferie: dovrebbero essere solo 24 milioni le persone in grado di permettersi qualche giorno di villeggiatura.
Eppure, complice internet, esiste un modo per realizzare questo desiderio. Certo, c'è la formula low cost che attira ancora tanti viaggiatori. Secondo le previsioni della Coldiretti più di quattro famiglie su 10 (il 44%) dovrebbero scegliere questa modalità per l'estate 2014, preventivando un budget non superiore a 500 euro a testa. Ma è possibile risparmiare ancora di più. Basta riuscire a fidarsi e dimostrare un po' di sano spirito di adattamento.

Con Wwoof è possibile ottenere vitto e alloggio gratis, lavorando in fattoria.

1. Vitto e alloggio in cambio di manodopera

Una prima soluzione prevede una sorta di baratto: si parte e si ottiene vitto e alloggio in cambio del proprio lavoro. Con questo spirito 40 anni fa è nata Willing workers on organic farm (Wwoof), l'associazione che mette in contatto i proprietari delle fattorie presenti nella sua rete con i potenziali viaggiatori/lavoratori.
Ci si mette in contatto con le strutture nella località desiderata e ci si iscrive al network, dopo aver concordato con esattezza le mansioni da svolgere per non avere brutte sorprese (vanno dalla mungitura delle mucche al confezionamento delle marmellate bio). In genere si lavora otto ore al giorno con due turni liberi a settimana.
RISPARMIO FINO AL 70%. Si può volare in California o in Nuova Zelanda, risparmiando fino al 70%. Perché è necessario solo pagarsi l'aereo e spendere 35 euro di iscrizione. Al resto ci pensano i fattori. Il funzionamento è semplice: il network è attivo sia in Italia (ogni regione offre qualche possibilità) sia all'estero ed è estremamente capillare.
Per stare 10 giorni a San Francisco come turista ci vogliono circa 2 mila euro, che comprendono solo volo andata e ritorno da Milano e il pernottamento in un hotel di media categoria. Lavorando in fattoria basta la metà, vitto compreso.

2. Casa gratis per i turisti-colf

In alternativa è possibile prendersi cura della casa di un'altra persona.
Il sito di riferimento è Mind my house: ci si registra e si entra in contatto con altri utenti che hanno bisogno di lasciare la propria abitazione – e gli eventuali animali domestici – nelle mani di una persona fidata.
SI PAGA SOLO IL TRASPORTO. Così è possibile volare a New York o a Sydney pagando solo il trasporto e poi dormire e mangiare gratis, annaffiando, portando a spasso il cane e ritirando la posta.
Il sito offre destinazioni in tutto il mondo, Italia compresa. E sono già più di 10 mila i proprietari di casa iscritti. Qualcuno, in base alla sua generosità, lascia anche una piccola mancia. Il risparmio, in questo caso, può sfiorare l'80%.

3. In crociera, ma da mozzo

Chi alle città preferisce il mare può imbarcarsi su una nave mercantile adibita al trasporto delle merci. La compagnia italiana Grimaldi offre, per esempio, numerose opportunità in Europa, Sud America e Africa Occidentale. Ci sono diversi pacchetti che permettono di raggiungere Salerno, Ashdod, Setubal, Bristol, Cork, Southampton, Pireo, Izmir, Emden, Amburgo, Le Havre, Bilbao, Rio de Janeiro, Buenos Aires. Con Aranui si può invece andare nella Polinesia Francese: Tahiti e le Isole Marchesi. Il Gruppo Freighters Cruisers propone i fiordi norvegesi, l’Inghilterra, la Scozia, le Isole Canarie, il Madagascar, il Mozambico, il Sud Africa, l’Argentina, il Brasile, l’Australia e New York.
SETTE GIORNI A 700 EURO. La Canmar, Canada Maritime, permette di muoversi fra Vancouver e Key Ports, in Asia. Infine Mere et Voyages tocca varie destinazioni: Italia, Grecia, Slovenia, Marsiglia, Amsterdam, New york, Montréal, Emirati Arabi, Singapore, Hong Kong, Shanghad, Cina, Malesia, Africa del Sud, Antille francesi, Oceania. Non bisogna lavorare, ma solo condividere la vita a bordo con l'equipaggio e badare al proprio alloggio. Sette giorni – tre pasti compresi – costano mediamente 700 euro. Mille in meno di una crociera.

4. Ospite d'onore negli alberghi

Ci sono poi gli ospiti a sorpresa degli alberghi, inviati in ogni parte del mondo per testare e valutare la qualità dei servizi offerti. La catena Novotel, per esempio, dà la possibilità di candidarsi sia da soli sia con la propria famiglia. L'unico impegno è godere – gratuitamente - di tutto ciò che la struttura offre, ma con un occhio attento e critico. Il rispamio è totale. Ma come si fa? In Rete ci sono molte agenzie che mettono in contatto le catene alberghiere con i potenziali mistery guests. Ci si iscrive e si aderisce, come si farebbe per un normale annuncio di lavoro.
RIMBORSI FINO A 80 EURO. In alternativa ci sono i tester di Trivago. Si tratta di ospiti paganti, che dopo aver risposto a un questionario con 400 domande possono ottenere un rimborso fino a 80 euro, in base alla categoria dell'hotel. Ci si iscrive sul sito di Trivago e il gioco è fatto. La vacanza dei sogni è servita.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso