Yara Gambirasio 140616192214
INDAGINI 13 Luglio Lug 2014 1400 13 luglio 2014

Yara, l'omicidio come vendetta

Bossetti parla di rivalità coi Gambirasio.

  • ...

La 13enne Yara Gambirasio praticava ginnastica ritmica.

Massimo Giuseppe Bossetti continua a difendersi dall'accusa di aver assassinato Yara Gambirasio. Nell'interrogatorio di convalida del fermo del 19 giugno, Bossetti ha provato a ricostruire una vicenda dai contorni oscuri, accennando anche a presunte rivalità in ambito lavorativo.
PRESUNTA VENDETTA. «In cantiere dicevano tutti che Yara era stata uccisa per una vendetta contro il padre», ha dichiarato il muratore di Mapello. La vendetta sarebbe legata a rapporti tesi tra la ditta Lopav e il geometra Gambirasio.
Un'ipotesi già vagliata in passato dagli inquirenti, ma abbandonata per assenza di riscontri. Fatto sta che Bossetti - durante l'interrogatorio - ha ribadito la sua innocenza: «Giuro sui miei tre figli che Yara non l'ho mai conosciuta, né vista, né incontrata. E che non sono io l'assassino». Ciò che rimane inspiegato - dando per buona la versione di Bossetti - è come il suo Dna sia finito sugli indumenti della tredicenne di Brembate di Sopra. Qualcosa di cui è difficile non tenere conto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso