Afghanistan Autobomba Mercato 140715144027
VIOLENZA 15 Luglio Lug 2014 1438 15 luglio 2014

Afghanistan, autobomba in un mercato: 89 morti

Bilancio ancora provvisorio. L'attentato non è stato rivendicato.

  • ...

Il mercato di Paktika devastato dall'attentato.

Almeno 89 persone sono rimaste uccise a causa di un attentato suicida dentro il mercato della provincia di Paktika, nell'Afghanistan orientale, secondo quanto dichiarato dal ministero della Difesa. Ricostruita la dinamica dell'azione: il kamikaze è entrato con un veicolo 4x4 all'interno del mercato nel distretto di Orgun, e si è fatto esplodere rimanendo a bordo del mezzo. Il mercato, al momento dell'attacco, era affollato: pieno di persone che facevano la spesa.
NESSUNA RIVENDICAZIONE. La provincia orientale di Paktika condivide un confine con le aree tribali più irrequiete e instabili del Pakistan. Al momento l'attentato non è stato rivendicato. Orgun del resto era nota per essere una delle zone più sicure di Paktika, anche se il governo afghano non esclude che i membri della rete militante Haqqani possano avere delle cellule in città.
TALEBANI: «NON SIAMO STATI NOI». I talebani afghani hanno intanto escluso di essere responsabili dell'attentato suicida a Paktika. In una e-mail inviata alla stampa, il portavoce degli insorti Zabihullah Mujahid ha detto che «le cose saranno chiarite dalle indagini, ma una cosa posso annunciare: questa non è l'opera dei mujaheddin».
ALTRI DUE MORTI A KABUL. La violenza è esplosa anche nella capitale Kabul. Due impiegati del Dipartimento stampa della presidenza della Repubblica sono morti a causa di un altro attentato, anche questo al momento privo di rivendicazione. Le due vittime sono state uccise dall'esplosione di un orgdigno rudimentale attivato a distanza. L'attentato è stato realizzato alle ore 7,30 locali, quando il veicolo con a bordo i dipendenti presidenziali è stato investito in pieno dallo scoppio. Altre cinque persone sono rimaste ferite.

Correlati

Potresti esserti perso