MEDIO ORIENTE 15 Luglio Lug 2014 1431 15 luglio 2014

Gaza, la tregua non regge: ripresi i raid israeliani

Netanyahu ordina nuovi raid.

  • ...

È durata appena sei ore la tregua nella Striscia di Gaza, nata su iniziativa dell'Egitto, ma subito fortemente osteggiata da Hamas.
La sospensione dei raid da parte di Tel Aviv ha, tuttavia, avuto vita breve.
LANCI DI RAZZI DA HAMAS. Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha addossato proprio ad Hamas e alla jihad islamica la responsabilità di aver respinto la proposta egiziana per il cessate il fuoco. In seguito ai ripetuti lanci di razzi odierni, ha dunque ordinato alle forze armate «di agire con forza contro gli obiettivi terroristici».
POCHI SPIRAGLI PER LA DIPLOMAZIA. L'emittente di Stato ha aggiunto che Netanyahu preferisce ancora «una soluzione diplomatica» che renda possibile la smilitarizzazione della Striscia di Gaza. «Ma di fronte al lancio verso Israele di oltre 40 razzi in poche ore non ha potuto attendere oltre», ha affermato una commentatrice dell'emittente, che riferiva il pensiero di un'alta fonte governativa.
Israele ha, dunque, ripreso le operazioni nella Striscia dopo sei ore «di attacchi unilaterali» di Hamas, che ha sparato «47 razzi».
LIEBERMAN: «ANDREMO FINO IN FONDO». Non ammettono repliche in tal senso le parole del ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, secondo il quale l'obiettivo di Israele è «andare fino in fondo. Dobbiamo mettere termine all'operazione quando Tzahal (le forze armate israeliane, ndr) avrà controllato la striscia di Gaza». «Hamas ha scelto di proseguire la campagna militare», ha rincarato la dose Netanyahu, «pagherà il prezzo». E ancora: «Hamas non ci lascia altra scelta che non la estensione delle operazioni: il nostro obiettivo è di riportare la calma per gli israeliani mediante l'assestamento di colpi significativi all'organizzazione terroristica di Hamas».
SIRENE IN AZIONE A TEL AVIV. Sirene di allarme, intanto, sono tornate a risuonare nelle strade di Tel Aviv. E due razzi sparati da Gaza sono stati intercettati in cielo dalla batteria di difesa Iron Dome. Mentre a Gaza, un palestinese è rimasto ucciso nel rione Zeitun e un civile israeliano è stato ferito a morte al valico di Erez, vittima di un colpo di mortaio sparato dalla Striscia. È il primo caduto israeliano nel conflitto in corso con Hamas.

Correlati

Potresti esserti perso