Tank Israele Gaza 140715071153
MEDIO ORIENTE 15 Luglio Lug 2014 0754 15 luglio 2014

Gaza, ottavo giorno di combattimenti: razzi su Israele, raid nella Striscia

Gli attacchi contro Galilea e Golan. Tel Aviv valuta l'idea della tregua.

  • ...

Mezzi corazzati di Israele nei pressi della Striscia di Gaza.

Ottavo giorno di combattimenti in Medio Oriente.
Nella notte tra lunedì 14 e martedì 15 luglio, razzi sono stati sparati verso il territorio israeliano dal Sinai egiziano, dal Libano e dalla Siria.
ATTACCHI CONTRO ISRAELE. L'attacco più grave è stato quello diretto verso la città turistica israeliana di Eilat sul Mar Rosso, dove sono esplosi tre razzi che hanno ferito tre persone, mentre altre 20 sono rimaste in stato di choc.
Dal Libano due missili sono poi stati sparati verso la Galilea occidentale e dalla Siria altri due razzi sono stati lanciati verso il Golan.
TEL AVIV ACCETTA LA TREGUA. Nonostante gli attacchi, Tel Aviv accettato la proposta di tregua in Medio Oriente avanzata dall'Egitto. Tuttavia il braccio armato del movimento islamista palestinese Hamas, le Brigate Ezzedin al-Qassam, hanno però già rifiutato rifiutato l'invito de Il Cairo.
Con la pace lontana, lo stato di allarme nel Sud di Israele è ancora elevato. Sirene sono risuonate ad Ashqelon e in altre località vicine alla Striscia, mentre da Gaza proseguono sporadici lanci di razzi.
Restano gravi le condizioni di una beduina israeliana di circa 12 anni, colpita lunedì 14 luglio nel Neghev dal frammento di un razzo palestinese.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso