TRAGEDIA DEI CIELI 17 Luglio Lug 2014 1729 17 luglio 2014

Boeing della Malaysia airlines caduto in Ucraina

L'incidente vicino al confine russo. Volo Amsterdam-Kuala Lumpur.

  • ...

La maledizione della Malaysia airlines si è intrecciata fatalmente con la crisi in Ucraina. Provocando un nuovo incidente a quattro mesi di distanza dalla scomparsa - tutt'ora misteriosa - dell'aereo inghiottito dal nulla nei cieli del Vietnam l'8 marzo.
L'identico modello, un Boeing 777, della stessa compagnia malese questa volta è precipitato vicino a Donetsk.

NESSUNO È SOPRAVVISSUTO. A bordo c'erano 298 passeggeri, fra cui molti bambini e 154 cittadini olandesi: tutti morti nello schianto (foto).
La Farnesina ha individuato in tarda serata un italo-olandese e suo figlio.
Sottolineando poi che «le verifiche comunque continuano» con i vari partner «per escludere la presenza di altri connazionali».
AMSTERDAM-KUALA LUMPUR. L'aereo volava da Amsterdam a Kuala Lumpur e l'incidente è avvenuto vicino al confine russo, nella zona dei combattimenti. Ecco perché l'ipotesi dell'abbattimento è sembrata subito probabile. L'aereo sarebbe stato colpito da un missile a una altezza di 10 mila metri, ha spiegato l'aviazione russa.

Persone del posto sopra i resti dell'aereo precipitato.

SOSPETTI SUI FILORUSSI. Poco prima che si diffondesse la notizia i filorussi avevano sostenuto di aver centrato un An-26 ucraino nella zona di Torez, che si trova vicino a Shiaktior, dove si è verificata la tragedia.
I separatisti però hanno smentito ogni responsabilità, affermando di non avere in dotazione i mezzi di difesa anti aerea capaci di colpire velivoli a quell'altezza, ma solo fino a 5 chilometri.

DA KIEV: COLPITO PER ERRORE. Ma il ministero della Difesa ucraina ha insistito: i separatisti avrebbero colpito per l'errore il veivolo nel tentativo di centrare un aereo da trasporto ucraino che gli era stato segnalato dalle forze di difesa anti aerea russe. Non lontano era in volo un Iliushin 76, con viveri per soldati di Kiev.
SPUNTA UN'INTERCETTAZIONE. In serata i servizi della sicurezza ucraina hanno riferito di aver intercettato delle conversazioni telefoniche, tra cui una compromettente fra un funzionario dei servizi russi e un comandante dei ribelli che ammetterebbero il loro coinvolgimento nell'abbattimento dell'aereo.

I RIBELLI: PROVOCAZIONE UCRAINA. Aleksandr Borodai, premier dell'autoproclamata repubblica di Donetsk, ha invece parlato di «una provocazione dei militari ucraini».
Andrei Purghin, primo vice premier, ha ipotizzato che soldati di Kiev abbiano colpito il Boeing - scambiandolo per un aereo di ricognizione russa - con un caccia ucraino a sua volta colpito dalle forze filorusse.
E ha promesso che le scatole nere, appena verranno ritrovate, saranno consegnate alle autorità russe «per una indagine obiettiva».
Sul web sono già apparsi diversi video che mostrano immagini del disastro, con grosse nuvole di fumo nero.

POROSHENKO: «ATTO TERRORISTICO». Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha commentato la tragedia parlando di «un atto terroristico».
In un tweet del suo portavoce Sviatoslav Tsegolko si legge «Poroshenko sull'aereo abbattuto: non è né un incidente, né una catastrofe, è un atto terroristico»

Le immagini delle vittime: tutte le 298 persone a bordo del Boeing sono morte.

La catastrofe ha avuto anche conseguenze economiche: sono affondate le compagnie aeree in Borsa, Delta Airlines ha perso il 3,8%, United Continental il 4,3% e American Airlines il 4,2%. In calo anche le società europee. Lufthansa ha chiuso in negativo del 2,4%.

UN PASSEGGERO: «SE SPARISCE, ERA COSÌ». Un passeggero olandese, a bordo dell'aereo precipitato, poco prima del decollo da Schipol aveva postato una foto del velivolo su Facebook col commento: «Se dovesse sparire, questo è il suo aspetto dal di fuori».
Il riferimento era al volo della Malaysia Airlines scomparso l'8 marzo con 239 persone a bordo. Si legge sull'online di De Telegraaf.

PUTIN E OBAMA PARLANO AL TELEFONO. Il presidente russo Vladimir Putin e quello americano Barack Obama hanno parlato per telefono della «terribile tragedia», secondo quanto ha riferito il Cremlino, citato dalla tivù Rossia 24.
L'UE: SERVE UN'INDAGINE INTERNAZIONALE. L'Alto rappresentate Ue Catherine Ashton si è detta «scioccata dalle notizie sulle circostanze per la tragica perdita» dell'aereo della Malaysian airlines.
«Le circostanze devono essere chiarite senza ritardo e un'indagine internazionale deve fare piena luce su questo incidente».

La rotta che avrebbe dovuto percorrere il Boeing e il punto in cui è precipitato in Ucraina.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso