Capolupo Guardia Finanza 140720085445
il rapporto 20 Luglio Lug 2014 0854 20 luglio 2014

Corruzione, 1.435 denunce e 126 arresti

I dati 2014 della Guardia di Finanza. Picco di reati negli appalti.

  • ...

Il comandante generale della Guardia di Finanza Saverio Capolupo.

Nei primi cinque mesi del 2014 la Guardia di finanza ha denunciato per concussione, corruzione, peculato o abuso d'ufficio 1.435 persone, 126 delle quali sono state arrestate. Nel solo settore degli appalti, le indagini della Gdf hanno portato alla denuncia di 400 persone, per un valore di gare irregolari di 1,2 miliardi.
«REPRESSIONE NON BASTA». I dati sono stati riferiti dal comandante generale della Guardia di finanza Saverio Capolupo, che ha ricordato come per combattere la corruzione «la repressione è importante, ma non basta». «Occorre intervenire anche sul versante della prevenzione», ha detto il generale delle Fiamme Gialle, «incidendo sull'organizzazione delle pubbliche amministrazioni e sulla trasparenza dei processi decisionali».
«FIDUCIA A CANTONE». «Sono certo», ha aggiunto Capolupo, «che questo processo sarà agevolato dalla competenza e dalla professionalità del presidente Raffaele Cantone, che guida l'Autorità nazionale anticorruzione. Un'Autorità a cui il governo attuale sta dando nuovi poteri anche con riferimento al settore degli appalti pubblici che, senz'altro, è tra i più vulnerabili alla corruzione».
38 MILA SEGNALAZIONI. Dall'inizio dell'anno sono pervenute alla Guardia di finanza, tramite l'Unità d'informazione finanziaria della Banca d'Italia, oltre 38 mila segnalazioni di operazioni sospette.

Correlati

Potresti esserti perso