Vladimir Putin Cina 140521175717
TENSIONE 22 Luglio Lug 2014 1417 22 luglio 2014

Boeing Malaysia Airlines abbattuto, scontro Russia-Nato

Putin: «Potenziare capacità militare contro l'Occidente».

  • ...

Il presidente della Russia, Vladimir Putin.

Aumenta sempre di più la tensione tra la Russia e i Paesi occidentali sulla vicenda dell'aereo abbattuto in Ucraina, con nuove sanzioni in arrivo il 24 luglio.
Il presidente russo Vladimir Putin ha detto che Mosca deve potenziare la propria capacità militare per contrastare l'attività della Nato nell'Europa dell'Est. Parole arrivate mentre il comandante supremo della Nato in Europa, Philip M. Breedlove, ha chiesto un'ispezione nel sito del disastro per comprendere «se c'era un russo al controllo dell'operazione o che supervisionava, oppure se è stato un militante o un separatista ad abbattere l'aereo» della Malaysia Airlines.
RAPPORTI DA RIVEDERE. Questo tipo di indagine, ha aggiunto, «dovrà considerare anche quello che è stato ammesso dai militanti filorussi riguardo all'abbattimento», tenuto conto anche di altre fonti, tra cui «i leader di varie fazioni». Breedlove ha poi lanciato un monito al Cremlino: «Per oltre 10 anni abbiamo trattato la Russia come un partner ma viste le ultime attività penso che dobbiamo rivedere i nostri rapporti» con Mosca.
GLI USA INCOLPANO I SEPARATISTI. Intanto, fonti dell'intelligence statunitense hanno riferito che non ci sono prove dirette di un coinvolgimento del governo russo nell'incidente, spiegando che l'aereo è stato probabilmente abbattuto per sbaglio da un missile terra aria sparato dai separatisti.
TRENO CON LE SALME A KHARKIV. Mentre si moltiplicano gli appelli a un'inchiesta indipendente e Mosca e Kiev continuano ad accusarsi a vicenda della tragedia, è arrivato a Kharkiv il treno con le salme delle 298 persone che erano a bordo dell'aereo. Da lì, secondo quando confermato dal premier dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Aleksandr Borodai, il convoglio sarà inviato in Olanda, scortato dai rappresentanti della Malaysia e dell'Osce.
Intanto i ribelli filorussi hanno consegnato agli esperti di Kuala Lumpur le scatole nere del Boeing.

Nuove sanzioni in arrivo il 24 luglio

Il Consiglio dei ministri esteri europei «ha deciso che la lista delle persone sanzionate sarà allargata» e tale lista «sarà sottoposta al Coreper entro il 24 luglio». Lo ha detto il ministro degli Esteri olandese Frans Timmermans confermando che saranno poi richieste proposte di sanzioni più ampie.
La nuova lista di sanzionati potrebbe includere oligarchi e società russe che hanno fornito supporto materiale o finanziario alle autorità russe responsabili per l'annessione della Crimea o la destabilizzazione dell'Ucraina Orientale. Ma anche di quelli che semplicemente beneficiano di quelle decisioni. E nello stesso giorno sarà messo sul tavolo il pacchetto di proposte per azioni che includono l'accesso al mercato dei capitali, la difesa, i beni dual-use e le tecnologie sensibili, compreso il settore energetico.
MOGHERINI AVVERTE LA RUSSIA. Come ha osservato il ministro degli Esteri Federica Mogherini, se Mosca continuerà a non far nulla per fermare le forniture di armi ai separatisti e per permettere pieno e incondizionato accesso al logo del disastro, sarà «inevitabile» colpire.
KIEV ACCUSA MOSCA. Intanto il direttore dei servizi d'informazione ucraini Vitaly Nayda, in un'intervista alla Cnn, ha detto che ad abbattere l'aereo malese sui cieli dell'Ucraina è stato «un ufficiale russo ben equipaggiato e che ha premuto il bottone deliberatamente».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso