Marijuana Cannabis 140503101821
SVOLTA 22 Luglio Lug 2014 1420 22 luglio 2014

Marijuana curativa, Corte tedesca dà via libera

Sentenza storica in Germania ma rimangono molte restrizioni.

  • ...

Una foglia di marijuana.

Sentenza importante in Germania, pur con molti 'paletti', sulla marijuana curativa.
La corte amministrativa di Colonia ha riconosciuto il 22 luglio per la prima volta in Germania, il diritto dei malati cronici a coltivare cannabis per uso terapeutico.
SITUAZIONI ECCEZIONALI. Il pronunciamento dei giudici, che hanno concesso l'autorizzazione per la coltivazione a uso terapeutico in tre casi, è in effetti limitato a situazioni eccezionali, con condizioni piuttosto restrittive.
Innanzitutto deve essere dimostrato, hanno stabilito i giudici, che nessun altro anti-dolorifico abbia effetto sul paziente.
COLTIVA SOLO CHI NON PUÒ ANDARE IN FARMACIA. Inoltre possono ricorrere alla coltivazione diretta solo coloro che non hanno la facoltà di acquistare in farmacia prodotti con estratto di cannabis.
Chi ha deciso di coltivare dovrà poi farlo in una stanza apposita, e proteggere con misure di sicurezza adeguate la propria casa per evitare furti di sostanze altrimenti proibite.
NO ALLA CANNABIS LEGALE. Resta comunque inalterato il divieto generale di piantare cannabis per i privati, come hanno rimarcato anche i giudici.
Per la coltivazione a scopo terapeutico erano stati presentati ben ciqneu ricorsi. Di questi ne sono stati accettati tre, per singolo casi, la la sentenza potrebbe fre da precedente.
Intanto i giudici hanno lasciato aperta la possibilità di ricorrere in appello per quattro dei cinque ricorsi. Al momento non è noto se lo Stato, attraverso il ministero della Salute, vorrà fare appello.
VERDI: «POLITICA NON HA CORAGGIO». Dopo la sentenza di Colina è intervenuto il noto parlamentare dei Verdi, storicamente vicino alla sinistra, Hans-Christian Stroebele: «È triste che si sia dovuto aspettare una sentenza perché la politica non ha avuto il coraggio di legiferare in precedenza sulla materia».
SODDISFAZIONE DELLA FONDAZIONE. Positiva la reazione della fondazione che tutela i pazienti, che con l'occasione ha chiesto che i prezzi della cannabis nelle farmacie siano «ragionevoli» e che le casse sanitarie se ne facciano in parte carico.
Attualmente l'Istituto federale per i farmaci e i prodotti medicinali ha autorizzato circa 270 persone in tutta la Germania ad acquistare prodotti derivati da cannabis in farmacia.
Attualmente, con l'entrata di New York, sono 23 gli Stati americani ad aver legalizzato l'uso medico della marijuana.

Correlati

Potresti esserti perso