Google 140725191850
PRIVACY 25 Luglio Lug 2014 1700 25 luglio 2014

Google, diritto all'oblio: arrivate 90 mila richieste

La metà è stata approvata. Dall'Italia 7500 domande.

  • ...

Il logo di Google.

A due mesi dalla sentenza della Corte di giustizia europea che ha riconosciuto il diritto all'oblio, sono oltre 90mila le richieste arrivate a Google dagli utenti che hanno chiesto di rimuovere link ritenuti «inadeguati o non più pertinenti».
Il colosso dei motori di ricerca, però, ne ha approvate soltanto la metà.
GARANTI DELLA PRIVACY RIUNITI A BRUXELLES. I dati sono emersi dopo la riunione dei Garanti della privacy della Ue, che hanno incontrato i rappresentanti di Big G ma anche di altri motori di ricerca, come Bing di Microsoft e Yahoo. I Garanti riuniti a Bruxelles avrebbero chiesto spiegazioni sul perché Google stia rimuovendo i link solo dalla versione europea del motore di ricerca. Ma anche chiarimenti sulle notifiche che la società invia una volta eliminati i link. Una pratica che, secondo Billy Hawkes, Commissario irlandese per la Protezione dei dati, creerebbe una sorta di effetto 'boomerang', riportando di fatto l'attenzione su temi ormai sepolti.
HIDDEN FROM GOOGLE. Pochi giorni fa, poi, è apparso online un sito creato da un programmatore statunitense, hiddenfromgoogle.com (nascostidagoogle.com), che ha raccolto tutti i link rimossi per il diritto all'oblio. Mentre Bing ha messo a disposizione degli utenti un modulo da compilare online per inoltrare la richiesta di rimozione dei link, proprio come fatto da Google il 30 maggio scorso.
FRANCIA PRIMA PER NUMERO DI RICHIESTE. Il maggior numero di richieste di cancellazione è arrivato a Big G, nell'ordine, da Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Italia. Dal nostro Paese, in particolare, ne sono arrivate 7.500. Google ha anche aperto un dibattito sulla controversa materia: ha creato un sito su cui si può lasciare il proprio parere, per capire come trovare il «giusto equilibrio» tra «il diritto all'oblio di una persona e il diritto del pubblico di sapere».

Correlati

Potresti esserti perso