Bossetti 140709132901
INDAGINI 25 Luglio Lug 2014 1810 25 luglio 2014

Omicidio Yara Gambirasio, dissequestrata l'abitazione di Bossetti

Polizia e carabinieri l'hanno perquisita cercando altre prove.

  • ...

Massimo Giuseppe Bossetti.

Il pubblico ministero di Bergamo Letizia Ruggeri ha dissequestrato l'abitazione di Massimo Giuseppe Bossetti, a Mapello, dopo tre perquisizioni effettuate il 23 luglio da polizia e caribinieri. Ora la famiglia del muratore potrebbe quindi rientrarci.
PRELEVATI 34 REPERTI. Dall'abitazione sono stati prelevati 34 reperti di ogni genere. Quello che gli inquirenti stanno cercando di capire è se la versione dei fatti fornita dall'unico uomo sospettato di aver ucciso Yara Gambirasio, che ha detto che si trovava tra Brembate Sopra e Chignolo d'Isola per motivi di lavoro, possa essere attendibile.
BOSSETTI: «NON TROVERANNO NULLA». Bossetti intanto insiste sulla sua innocenza: «Voglio dimostrarlo per i miei bambini e per mia moglie», ha ribadito agli avvocati Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni che sono andati a trovarlo il 25 luglio. «Possono smontare tutta la casa, non ho niente da nascondere», le sue parole ai legali sulla falsariga di quelle dette quando, un mese fa, gli erano stati sequestrati computer e telefonini: «Che cerchino pure, non c’è niente contro di me».
IL PADRE ANAGRAFICO PUÒ ANDARE A TROVARLO. Il primo dei genitori ad andare a trovarlo in cella potrebbe essere il padre anagrafico Giovanni Bossetti.
Giovanni, che è gravemente malato, è già stato autorizzato dalla procura di Bergamo a far visita al muratore. Anche la mamma di Massimo, Ester Arzuffi, ha ottenuto l'autorizzazione per andare a trovare il figlio, ma a quanto si apprende i tempi per lei sarebbero un po' più lunghi.
Il muratore incontra invece ormai regolarmente la moglie Marita Comi, madre dei suoi tre figli di 13, 10 e 8 anni, e sua cognata, moglie del fratello Fabio Bossetti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso