Allagamenti Marche 140727182233
CLIMA 27 Luglio Lug 2014 1823 27 luglio 2014

Maltempo, colpito da fulmine: morto in Molise

Chiesto stato d'emergenza a Jesi.

  • ...

Allagamenti nelle Marche.

Continua l'estate del maltempo in Italia. Dopo Milano, colpita con la nuova esondazione del Seveso e l'apertura di una voragine in corso di Porta Romana, il Veneto e la Toscana, il 27 luglio è stato il turno del Centro e del Sud.
In Molise, un giovane di Termoli (Campobasso), Marco Berardo, di 24 anni è stato colpito e ucciso da un fulmine a Frosolone (Isernia), in località Colle dell'Orso, durante un'arrampicata sportiva di cui era grande appassionato. Berardo, studente universitario originario di Duronia (Campobasso), stava tentando di scalare una falesia di Colle dell'Orso, la 'Morgia Quadra', quando è stato colpito dal fulmine.
SOCCORSI DIFFICILI. Difficili i soccorsi a causa del maltempo e dell'orografia dell'area montana: il 118 Molise ha chiesto, perciò, l'intervento dell'eliambulanza di Pescara, ma il vento e la pioggia hanno impedito al velivolo di avvicinarsi alla zona dell'incidente. Inutili i tentativi dei medici di rianimare il ragazzo: il corpo dello studente è stato trasferito nella morgue del cimitero di Frosolone. Alle operazioni ha partecipato anche il Soccorso Alpino del Molise e i carabinieri ai quali è affidata l'indagine sull'incidente.
Particolari difficoltà nelle Marche, dove dopo una notte trascorsa serena a seguito della tromba d'aria del giorno prima, il Comune di Jesi ha attivato le procedure da trasmettere alla Regione per la richiesta dello stato di emergenza.
JESI: 40 ABITAZIONI DANNEGGIATE. Una quarantina le abitazioni che hanno subito danni al tetto, 30 le famiglie evacuate, molte le vetture danneggiate. Il sindaco Massimo Bacci ha convocato una riunione interforze della Protezione civile, vigili del fuoco, tecnici comunali, polizia municipale, forze dell'ordine, associazioni di volontariato, e tecnici di Jesiservizi, per valutare la situazione e programmare gli interventi di messa in sicurezza del quartiere e di pulizia delle strade.
Sono stati inoltre predisposti i modelli da distribuire alle famiglie e ai titolari di attività produttive per la segnalazione dei danni subiti (dal 20 luglio saranno a disposizione dei cittadini e scaricabili anche dalla rete civica comunale).
Da lunedì 28 luglio e fino a giovedì 31 luglio, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19, è inoltre prevista l'apertura di uno sportello informativo presso la scuola Casali Santa nel quartiere Minonna dove fornire assistenza e raccogliere segnalazioni dei danni.

Pioggia torrenziale ad Ascoli

Previsto ancora maltempo nel week end.

Nel pomeriggio il maltempo è tornato a interessare la regione nelle province di Ascoli Piceno e Fermo. Pioggia torrenziale ad Ascoli città, in particolare nel quartiere est di Monticelli: un'auto con una coppia di anziani rimasta intrappolata in un sottopasso allagato a Campolungo è stata tratta in salvo dai vigili del fuoco.
Forti piogge a San Benedetto del Tronto e lungo la superstrada Ascoli-Mare, con l'asse stradale invaso dall'acqua e gli automobilisti costretti a fermarsi a bordo strada. Anche Servigliano si è trovato alle prese con allagamenti di scantinati e una frana fra via Repubblica e via Oberdan: i pompieri hanno dovuto adoperarsi per soccorrere una famiglia rimasta bloccata ed è crollato il muro di cinta di una casa.
CROLLA PONTE. La piena del fiume Ete ha fatto crollare il ponte che collega Belmonte Piceno a Monsampietro Morico, in provincia di Fermo, lungo la strada comunale Castellazzo. In quel momento non passavano auto e non ci sono feriti. Un tratto della Ss16 è stato chiuso al traffico per l'acqua e il fango portati dall'Ete Vivo, mentre gli edifici allagati c'è anche il Museo diocesano di Montalto Marche.
A San Vito Chietino (Chieti) è crollato in mare il trabocco del 'Turchino', uno dei più noti della costa abruzzese poiché descritta da D'Annunzio ne Il Trionfo della Morte.
LITORALE MAROTTA FANO DEVASTATO. Il litorale fra Marotta e Fano è stato devastato dall'esondazione del Rio Crinaccio, che all'altezza di Ponte Sasso ha inghiottito la spiaggia e invaso di fango e acqua alberghi, abitazioni e garage: «Allagamenti che si ripetono dopo l'avvio dei lavori della terza corsia dell'A14», ha accusato il sindaco di Fano Massimo Seri. Hanno puntato il dito contro il cantiere stradale anche gli albergatori e stesso presidente dell'Assemblea legislativa delle Marche Vittoriano Solazzi, che il 26 luglio ha fatto un sopralluogo nella zona.
Seri ha fatto appello al governo perché «non lasci sole le amministrazioni locali. Servono fondi per la manutenzione costante dei corsi d'acqua, o almeno uno svincolo dei Comuni dal patto di stabilità».

Le previsioni dal 29 luglio al 2 agosto

Martedì 29 luglio: maltempo al Nord, sereno al Sud

Nord: spiccato maltempo su quasi tutte le regioni con precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale, più decise su Lombardia e Piemonte, in graduale attenuazione serale a partire dalla Valle d'Aosta; nuvolosità irregolare a tratti intensa sull'Emilia Romagna con locali piogge.
Centro e Sardegna: cielo molto nuvoloso o coperto sull'intero settore con fenomeni temporaleschi sparsi, in intensificazione durante il pomeriggio su Toscana, Lazio e Umbria.
Sud e Sicilia: cielo sereno o poco nuvoloso salvo locali addensamenti sulle coste tirreniche al mattino.
Temperature: minime in diminuzione sul Nord Ovest, in lieve aumento sulla Sardegna e sulle regioni adriatiche centro-meridionali, stazionarie altrove; massime in forte flessione al Centro Nord, in deciso aumento al Sud e sull'Abruzzo.
Venti: moderati nordoccidentali sulla Sardegna, sudoccidentali sulla Liguria con locali rinforzi; deboli dai quadranti meridionali altrove, con rinforzi sull'alta Toscana.
Mari: agitato il Mar Ligure; molto mosso il Mar di Sardegna; mossi il Canale di Sardegna, lo Ionio e l'Adriatico al largo, il Tirreno, con moto ondoso in aumento; poco mossi i restanti bacini.

Mercoledì 30 luglio: nuvole a Centro Nord

Nuvolosità diffusa al Centro Nord con precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, più intense sul Triveneto, in miglioramento serale a partire dal versante occidentale; parzialmente nuvoloso al Sud con nubi più consistenti sulle regioni tirreniche peninsulari con locali rovesci o temporali.

Giovedì 31 luglio: addensamenti su Alpi e Appennino

Addensamenti compatti sui rilievi alpini e appenninici con fenomeni associati, generalmente sereno o poco nuvoloso altrove.

Venerdì 1 e sabato 2 agosto: miglioramenti

Condizioni in generale miglioramento con cielo sereno o poco nuvoloso salvo locale instabilità pomeridiana sui rilievi settentrionali. Nella giornata di sabato rapido peggioramento al nord, bel tempo sulle restanti regioni.

Correlati

Potresti esserti perso