Cantante 140727170055
POLEMICA 27 Luglio Lug 2014 1658 27 luglio 2014

Noa, concerto annullato a Milano: il manager denuncia «boicottaggio»

«Frasi contro Tel Aviv non sono piaciute».

  • ...

La cantante israeliana Noa.

Cancellato a Milano il concerto della cantante israeliana Noa. Ufficialmente sarebbero venuti meno i fondi, ma il manager italiano della cantante, Pompeo Benincasa, ha accusato l'associazione Adei-Wizo-Donne ebree d’Italia, organizzatrice dell'evento, di aver messo in atto un vero e proprio boicottaggio ai danni dell'artista. Rea di aver rilasciato dichiarazioni antigovernative sulla guerra in corso a Gaza: «Credo che Abu Mazen voglia la pace, ma non posso dire altrettanto del mio premier».
CONCERTO IN PROGRAMMA A OTTOBRE. L’esibizione di Noa era prevista per il 27 ottobre al teatro Manzoni di Milano. Benincasa ha denunciato: «La Wize in Israele si è dichiarata contraria», segnando «l’inizio di un ostracismo in Italia che segue quello che Noa subisce già da diversi anni in Israele». A irritare i vertici dell’Adei-Wize sarebbero state le frasi pronunciate dalla star israeliana a proposito di Netanyahu, che non sarebbero state gradite dagli sponsor, i quali avrebbero successivamente manifestato il loro disappunto a sostenere i costi del concerto al teatro Manzoni.
L'ASSOCIAZIONE MINIMIZZA. La presidente della sezione italiana dell’associazione Adei-Wizo-Donne ebree d’Italia, Ester Silvana Israel, ha cercato di minimizzare. «Si è trattato solo di un equivoco, la politica non c’entra nulla. Purtroppo il signor Benincasa deve aver travisato alcune frasi di una mail che gli era stata inviata da una delle nostre sezioni. Il concerto è stato cancellato solo per motivi economici». Nessun boicottaggio, dunque. Tanto che il 30 ottobre, tre giorni dopo la data milanese cancellata, l'associazione ha fatto sapere che organizzerà a Trieste una nuova serata con Noa.
MA LA LETTERA PARLA CHIARO. A contraddire la versione dei vertici dell’associazione, però, c'è il testo della lettera inviata al manager Benincasa, citata dal quotidiano La Repubblica: «La serata prevista per il 27 ottobre a Milano è stata annullata» a seguito «delle dichiarazioni rilasciate da Noa alla stampa riguardanti il difficilissimo momento di guerra nel Medio Oriente». Ignoti al momento i nomi degli sponsor che avrebbero deciso di ritirarsi.

Correlati

Potresti esserti perso