Sant Onofrio 140707194148
MAFIA 29 Luglio Lug 2014 0727 29 luglio 2014

Palermo, nuovo inchino a un boss

Processione ferma davanti al suo covo.

  • ...

Dopo l'inchino al boss alla processione di Oppido Mamertina (in Calabria) un altro caso analogo ha fatto discutere in Sicilia. È accaduto domenica 27 luglio a Ballarò, dove una processione ha reso onore ad Alessandro D’Ambrogio, padrino di Cosa Nostra ora rinchiuso nella sezione 41 bis del carcere di Novara.
SOSTA DI CINQUE MINUTI. Il corteo si è fermato proprio davanti all’agenzia di pompe funebri della sua famiglia. Una sosta, si legge su Repubblica, di quasi cinque minuti di fronte all’agenzia di via Ponticello, dove D’Ambrogio organizzava i summit con i suoi fedelissimi, ripresi dalla telecamera dei carabinieri del nucleo investigativo. Quel luogo è considerato il simbolo della riorganizzazione di Cosa nostra, nonostante la raffica di arresti e di processi.
Nel 2012, D’Ambrogio portava la vara della Madonna con la casacca della confraternita. Ora è accusato di aver riorganizzato la mafia a Palermo, aver diretto estorsioni a tappeto e traffici di droga milionari. Ma la processione ha voluto ancora rendergli onore.

Correlati

Potresti esserti perso