Cina Uiguri 140520165703
STRAGE 30 Luglio Lug 2014 1015 30 luglio 2014

Cina, 100 vittime in attacco Xinjiang

Gli uighuri accusano polizia delle violenze.

  • ...

Forze dell'ordine cinesi in pattugliamento nello Xinjiang.

L'attacco avvenuto nella regione cinese del Xinjiang ha provocato «un centinaio» tra morti e feriti secondo un gruppo di esuli uighuri. «Chiediamo a Pechino di smettere di distorcere la verità la Cina non può eludere la propria responsabilità», ha dichiarato Dilxat Raxit, portavoce del Congresso mondiale degli uighuri, che ha sede in Germania. In precedenza un altro gruppo di esuli, l'Associazione degli uighuri in America, aveva parlato di «oltre venti morti» e una settantina di arresti.
VERSIONI DISCORDANTI. L' agenzia Nuova Cina ha affermato che a dare il via alle violenze sono stati «terroristi uighuri», che hanno attaccato a colpi di coltello dei civili cinesi. La polizia è poi intervenuta uccidendo «dozzine» di terroristi. L'Associazione degli uighuri in America ha smentito la versione ufficiale delle violenze, accusando la polizia cinese di aver ucciso 20 civili uighuri a sangue freddo.
ZONA AD ALTA TENSIONE. Le violenze si sono verificate nella prefettura di Kashgar, considerata il centro della cultura uighura. Il Xinjiang, una regione desertica ricca di materie prime, è teatro da cinque anni di ripetute violenze tra gli uighuri, una popolazione musulmana e turcofona orginaria della zona e gli immigrati cinesi di etnia han. Centinaia di persone sono morte, migliaia sono state messe in prigione e sono state comminate decine di condanne a morte.Verificare le notizie in modo autonomo non è possibile dato che il Xinjiang è di fatto chiuso agli osservatori esterni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso