Gaza Guerra 140731123347
SVOLTA 31 Luglio Lug 2014 2350 31 luglio 2014

Gaza, tregua di 72 ore dal primo agosto

Israele e Hamas trovano l'accordo.

  • ...

Un militare israeliano trasporta munizioni lungo la Striscia di Gaza.

Israele e Hamas hanno raggiunto un accordo per un cessate il fuoco umanitario di almeno 72 ore a Gaza. Lo afferma il Dipartimento di Stato americano. Il cessate il fuoco inizia il primo agosto alle 8 locali, le 6 italiane.
Gli Stati Uniti e l'Onu in un comunicato congiunto spiegano di aver ricevuto assicurazioni da tutte le parti per un cessate il fuoco incondizionato durante il quale ci saranno trattative per una tregua più duratura.
«Ciò è fondamentale per dare a civili innocenti una tregua necessaria dalla violenza», ha detto il portavoce dell'Onu, Stephane Dujarric. «Durante questo periodo i civili nella Striscia riceveranno assistenza umanitaria urgente e avranno la possibilità di svolgere funzioni vitali, tra cui seppellire i morti, curare i feriti, e fare approvvigionamento di cibo».
DELEGAZIONI AL CAIRO. «Le delegazioni israeliana e palestinese andranno immediatamente al Cairo per intraprendere negoziati con il governo egiziano, su invito dell'Egitto, per tentare di raggiungere l'accordo su un cessate il fuoco durevole», ha aggiunto il portavoce Onu in un comunicato congiunto con il segretario di Stato americano John Kerry. Quest'ultimo ha specificato che Israele continuerà le sue operazioni contro i tunnel creati da Hamas durante la tregua di 72 ore.
ISRAELE RICHIAMA 16 MILA RISERVISTI. Il 31 luglio Tel Aviv ha richiamato 16 mila soldati riservisti e Hamas ha risposto con altri razzi su Israele: il fuoco su Gaza al 23esimo giorno di scontri ha aggravato il drammatico bilancio dei morti palestinesi, che ha toccato quota 1.400 mentre i feriti sono arrivati a 8 mila.
USA NEL MIRINO DELL'ONU. In questo scenario devastante l'Onu ha alzato la voce nel difficile tentativo di fermare la strage. L'Alto Commissario per i diritti umani Navi Pillay ha accusato gli Usa di fornire «artiglieria pesante a Israele» con una spesa di «quasi 1 miliardo per creare una protezione contro i razzi a beneficio dei civili israeliani ma non di quelli palestinesi».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso