Meriam 140731124838
LIETO FINE 1 Agosto Ago 2014 0645 01 agosto 2014

Meriam a Filadelfia col marito e i due figli

Per il sindaco della città negli Usa la sudanese è come Rosa Parks.

  • ...

Meriam, la donna sudanese condannata a morte nel suo Paese per apostasia, con la famiglia dall'aeroporto di Roma Fiumicino.

Meriam, la donna sudanese condannata a morte in Sudan per apostasia ed espatriata con l'intervento del governo italiano il 24 luglio, è giunta a Filadelfia con il marito Daniel e i due figli, con un volo diretto proveniente da Roma. Lo hanno riferito i media americani.
ACCOLTA DAL SINDACO. La giovane è stata accolta dal sindaco, Michael Nutter, che l'ha definita «una combattente delle libertà mondiali» e l'ha paragonata a Rosa Parks, la donna divenuta simbolo del movimento per i diritti civili dopo che si rifiutò di cedere il suo posto su un bus a un bianco nell'Alabama.
DONATA LA LIBERTY BELL. Il primo cittadino di Filadelfia le ha poi regalato una copia della Liberty Bell, simbolo dell'indipendenza americana prima che la giovane si imbarcasse per un volo diretto a Manchester, nel New Hampshire, dove vive un fratello del marito e dove la famiglia vuole stabilirsi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso